Utente 259XXX
Salve, nel referto dell' ecografia addome-pelvi per quanto riguarda i reni vi è scritto:
Reni di regolare volume, con con conservato rapporto cortico-midollare. Presenza dei alcuni spot iperecogeni renali bilateralmente, come per lieve micolitiasi renale.
Vorrei sapere gentilmente il significato degli spot iperecogeni e della micolitiasi renale.

[#1]  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
CHIERI (TO)
RACCONIGI (CN)
TORINO (TO)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
La micro litiasi renale o sabbia renale rappresenta la causapiu frequente delle coliche renali. Importante pertanto implementare la idratazione e acidificare le urino. Ne parli col curante.
Dr. Roberto Rossi

[#2]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
il termine iperecogeno indica che,durante l'ecografia, renale nel suo caso, si sono evidenziate delle chiazze (spots) di colore piu chiaro (perchè piu dense), tali chiazze sono, a parere dell'ecografista, dei microcalcoli.

Tenga inoltre conto che tale suo consulto andrebbe postato più correttamente in area nefro-urologica, per ricevere ogni e più ampia delucidazione.

Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#3] dopo  
Utente 259XXX

Se le coliche renali dovute alla microlitiasi renale non ci sono, a cosa potrebbe portare la microlitiasi renale?

[#4]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Alla litiasi renale.
Un altro consiglio, valuti eventuale iperuricemia (che può portare a formazione di calcoli)
Non abusi con alcol, caffè, di bevande gassate; nè con una dieta con troppe proteine oppure molto ricca di carboidrati raffinati.

Per rispetto delle competenze,
posti un nuovo consulto in area nefrourologica.

Distinti saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#5] dopo  
Utente 259XXX

Ok, posterò questa domanda in nefrologia, grazie della risposta.

[#6] dopo  
Utente 259XXX

Un'ultima informazione, in una rmn epatica per degli angiomi, per quanto riguarda il fegato era scritto: di dimensioni modicamente aumentate con evidenza di alcune nodularità parenchimali suggestive per angiomi.
Nell'ecografia addome di due anni dopo sempre per quanto riguarda il fegato è scritto: volumetricamente nei limiti, ad ecostruttura parechimale regolare.
Le dimensioni del fegato possono diminuire nel tempo o solo aumentare?

[#7]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Più che parlare del modico aumento dell'epatostruttura, generalmente poco regredibile, chiederei se gli angiomi sono ancora presenti nel secondo referto, visto che non possono scomparire.

Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#8] dopo  
Utente 259XXX

Si ci sono; la dimensione può diminuire? Non è importante?

[#9]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
La domanda era legata alla impressione, che ho avuto leggendo la sua replica, che nel secondo referto non fossero più riportati.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#10] dopo  
Utente 259XXX

Questo perchè non li ho scritti io, per mettere in risalto la dimensione del fegato. Solo per il fatto che mi sembra strano che diminuisse nel tempo.

[#11]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Molto bene.

Ci ritenga disponibili.

Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#12] dopo  
Utente 259XXX

Di nuovo grazie.