Utente
Buona sera Dottori,
Sono una ragazza di 32 anni, vmangiato i scrivere sinteticamente ciò che mi è accaduto e che ancora oggi purtroppo non ho capito cos è. Perdonatemi se inserirò alcuni particolari apparentemente poco inerenti, ma vorrei precisare una strana coincidenza che precede i miei disturbi gastrointestinali. Tutto ha inizio il giorno 19 febbraio 2015, quando al seguito di un'influenza avuta due settimane prima, mi sono fatta le analisi del sangue, in quanto mi sentivo stanca e il mio primoapensiero è andato alla paura di avere la leucemia. I risultati delle analisi erano tutti nella norma, una glicemia di 109 su 110, una bilirubina diretta di 0, 33 su 0, 30 (la totale era o.89 su 1, 20) e nelle urine avevo 33 protrine su un range di assente ( la dottoressa mi ha detto che si trattava di una lieve proteinuria tuttavia la funzionalità renale era perfetta ).
Cosa succede? Mi fisso di avere il diabete, dando erronea motivazione ai miei occhi arrossati da tte mesi ( i capillari ). Faccio delle ricerche su internet, in cui trovo patologie degenerative come la retinopatia causata appunto dal diabete, oppure l uveite, causata da malattie autoimmuni anche attribuite ai reni (spaventandomi perché avevo quella proteinuria ), ed il glaucoma.
Vado in panico e consulto un oculista, il quale mi dice che ho solo la miopia (sapevo di averla ma mi era peggiorata in breve tempo ) e mi da come terapia il Bioptal cortisone e il tetramil, per eventuali forme virali. Li utilizzo per 15 giorni e mi sembra che mi facciano peggio che meglio perché avverto l occhio stressato, ,specchiandomi mi accorgo che avevo una pupilla più grande dell'altra e così ricerco su internet.. Anisocoria, midriasi..tumore al cervello, il panico più totale.
Torno dall oculista e gli domando se era normale questa differenza, mi tranquillizza dicendomi che nri soggetti più sensibili, il collirio può creare una lieve midriasi.
Precedentemente convinta di avere un tumore frontale, mi immagino una massa che spingeva sugli occhi causando quel persistente rossore..avverto poco equilibrio, le mani muoversi lentamente, frutto solo della mia mente perché da li..leggendo su internet trovo che potrebbe essere stato un tumore ai reni da creare metastasi al cervello ed io avevo quella proteinuria...
Intanto quella glicemia a 109 mi spaventava, avevo mangiato precedentemente di tutto anche dolci e poco movimento, ma non ho mai superato i 60 kg.Da li forzatamente mi sono imposta una dieta e per 2 settimane(dal 9 al 19 marzo circa ) ho eliminato TUTTI i dolci e il latte, mangiando solo verdura cotta, carne bianca e pesce.Le feci erano sempre normali.Sempre pensando di essere malata,ero ''rassicurata''dal fatto che non vomitavo, e sul tumore al cervello si vomita.La sera del 20 marzo vadoa lletto e? Sento qualcosa di strano in mezzo all'addome, un misto fra sensazione di calore.Inizia ccosì il meteorismo,borgorismi,aerofagia,flautolenza.E un dolore all ipocondrio sinistro che si irradiava dietro la..

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Direi che la prima cosa da risolvere è la sua ansia!
Dal suo racconto si evince solo ipocondria senza aver la possibilità di capire cosa ha il suo apparato digerente!
Resto a sua disposizione!
Cordiali saluti!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente
Gentile Dottore,
intanto La ringrazio per la sua tempestiva risposta.
Purtroppo nel precedente post, non avevo terminato la mia storia, in quanto lo spazio a disposizione era terminato...
Continuo a spiegarle quanto mi sta accadendo da oramai un mese ( inizio sintomatologia 19 marzo circa, ad oggi )
La sera del 20 marzo vado a letto e? Sento qualcosa di strano in mezzo all'addome, un misto fra sensazione di calore.Inizia così il meteorismo,borgorigmi,aerofagia,flautolenza.E un dolore all'ipocondrio sinistro che si irradiava dietro la schiena nella parte sinistra superiore.
Questo dolore non era insopportabile,erano come delle fitte sorde,non so come spiegare diversamente..L'indomani, siccome ancora le percepivo,guardo su internet, e cosa trovo?Tumore al pancreas.Quindi inizio a leggere tutti i sintomi,e ne avevo diversi,tranne il colore acolico e ipocolico delle feci..E tre giorni dopo purtroppo cosa avviene?Magicamente la consistenza,la forma ed il colore delle mie feci,era Argilla, con varie macchie di giallognolo,galleggiavano come ad essere grasse...tipico del malassorbimento, indice di un malfunzionamento del pancreas e del suo enzima lipasi..Mi vedo gli occhi sotto le palpebre superiore ed inferiore, sul giallognolo e mi ci fisso.Vado in ospedale dopo circa 10 giorni da questi sintomi,e sospettano, vedendo anche il colore delle mie feci ( scattata la foto dal cellulare ), e raccontando che all'interno di queste, c'erano pezzi di cibo non digeriti ( tipici di una cattiva digestione ), una pancreatite cronica. Mi fanno le analisi e un'ecografia, e risulta tutto nella norma, ecografia negativa. Tuttavia il pancreas non si vede tutto, ed io avendo quei dolori localizzati verso la parte sinistra, temevo di avere un tumore alla CODA del pancreas, e quindi non visibile dall'ecografia.La dottoressa, chiede una consulenza alla gastroenterologa dell'ospedale, la quale sostiene che, al mio cambio di alimentazione durato solo 2 settimane ( verdure cotte, carne bianca, pesce, ribes, lamponi, mirtilli e more, pasta integrale e pane integrale, stop ) abbia danneggiato lievemente la mia flora batterica ( ipotesi fatta in assenza di altri dati medici, in quanto non ho fatto nè esame delle feci, nè indagine per escludere la presenza di batteri ),quindi mi ha detto di continuare a prendere i fermenti lattici, e che mi sarebbe passato tutto da solo.Purtroppo non è stato così, oggi è un mese quasi preciso, ed ancora presento questi sintomi. Tre giorni dopo l'entrata al pronto soccorso,vado in privato a fare un eco addome completo ed anche li,nonostante l'aria che avevo,il dottore, è riuscito a vedere tutto, e non è emerso nulla ( a breve farò un ecografia ginecologica pure ). I sintomi man mano peggiorano, mi sento debole, come ad avere astenia, inappetenza, mi sento già sazia senza aver mangiato, tuttavia se inizio a mangiare mangio volentieri, le feci sono sempre poche, più fine, si spezzano facilmente, sono formate ma con bordi frastagliati a volte, e il colore tende al marrone, diversamente da un mese fa, tuttavia sul chiaro.Non noto sangue, a volte c'è della patina, non so se è muco, perchè in genere comunque non è bianco ma giallognolo e, raramente diarrea, o acqua direttamente. Da qualche giorno, circa 5 la cosa è cambiata; il dolore si è localizzato sul fascione addominale superiore ( temo che dalla coda, si sia spostato al corpo del pancreas ) e ho come una lieve acidità che mi fa bruciare l'esofago, come reflusso, ma non saprei dire se si tratta di questo, comunque mi brucia e fa male a livello dello stomaco..Ho sensazioni di giramenti di testa, testa vuota, mi sento apatica, come se il mio pensiero si fosse annullato, vivendo da malata, non penso ad altro e piango tantissimo, credendo davvero di avere qualcosa al pancreas, o comunque di organico perchè i sintomi sono veri, e a volte non riesco a dormire, mi sveglio continuamente, spesso già con la nausea e sensazioni di vomito, oltre ad essere piena d'aria. Ogni cosa che mangio, persino l'acqua, mi fa espellere aria dalla bocca, e ho tanti borgorismi...Possibile che questi problemi, se fossero davvero solo ansia, ancora perdurano e sono così persistenti ed intensi? Si, è vero, ho fatto le analisi del sangue, non sono anemica, mi è stata riscontrata nella formula leucocitaria, che ho leggermente più alti i neutrofili, e i linfociti lievemente più bassi ( non ho avuto raffreddore nè altro ), ma la dottoressa mi ha detto che vanno benissimo quelle analisi e che non ho nessuna infezione batterica,nè infiammazione..Allora come mai quei due valori sono mossi, e coincidentemente ho questi problemi gastrointestinali, nonostante la dottoressa, mi dice che non c'entra nulla e che per lei è solamente ansia?Infondo non ho fatto analisi e accertamente specifici per escludere patologie al pancreas e altrove.. Se non analisi del sangue all'ospedale, e due ecografie..E so che per il pancreas, non sono sufficienti...specie se è localizzato alla coda. La vitamina B12 ce l'ho a 293 ( range 211 / 946 ), la tiroide è perfetta, così come la glicemia glicata ( solo la mattina ce l'ho un pò mossa, chissà perchè nonostante mangio meglio ), non sono celiaca accertata. Dottore, la prego, cosa mi consiglia di fare? Io non vivo più, perchè i sintomi ci sono, a volte la mattina faccio la pipì color marsala ( non ho fatto nemmeno l'urinocultura, perchè per la dottoressa sto bene così e principalmente le analisi, le sono andate a fare privatamente perchè lei non me le voleva prescrivere, convinta che sono solo ipocondriaca, ma io stavolta sto davvero male, li sento i sintomi e sono anche apatica, e ho letto che la depressione è il primo sintomo del tumore al pancreas.) Dottore, mi può aiutare con un suo consiglio, e se è possibile, spiegarmi perchè non mi hanno diagnosticato neppure la sindrome del colon irritabile?Mi sento come appesantita quando mangio, come se non digerisco, e se fosse proprio responsabile di tutto questo il pancreas? Le analisi fatte all'ospedale il 29 marzo, risultavano tutte perfette, e mi hanno appunto escluso la pancreatite cronica sospettata. Inoltre circa 2 mesi fa, ebbi un influenza forte, e presi molti farmaci, da li accusai per tre giorni dolori lancinanti in tutto il busto e la schiena, come se mi si fossero conficcate le costole in mezzo agli organi, e non sapevo nemmeno dell'esistenza della pancreatite, non vorrei che mi era presa, e l'ho ignorata, non conoscendola.. Lei Dottore, cosa mi consiglia di fare?Perchè a distanza di 1 mese, ho ancora questi sintomi, anzi peggiorati, perchè si sono aggiunte, le nausee, i bruciori, l'acidità (?) e i dolori addominali centrali?Io ho paura pure ad andare al bagno, perchè tremo a vedere la consistenza, il colore e la forma delle mie feci ( scala Bristol 5 / 6/ e rarissimamente 7 ), non posso certamente stare tranquilla, e temo che non si tratti di ipocondria, perchè questi segni, li sento realmente Dottore...
Attendo sue notizie con impazienza, per tanto La ringrazio.

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Non posso visitarle e quindi prenda quello che le dirò con il benficio del dubbio e della distanza!
Dalla sua descrizione si percepisce solo ansia rivolta in senso ipocondriaco.
Dalla descrizione dei sintomi non credo abbia più di un intestino irritabile!
Consulti un gastroenterologo per una visita ed un neurologo per l'ansia!
Resto a sua disposizione!
Cordialmente!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4] dopo  
Utente
Gentile Dottore,
Lei non immagina quanto le sono riconoscente per la Sua disponibilità.
L'ansia e l'ipocondria, sono due disturbi che ho, ho iniziato ad andare dalla psicologa, ma la mia paura è che questa ansia sia dovuta ad una conseguenza-risposta ad una malattia organica, che non mi hanno visto.Sono consapevole che sembro una matta, ma stavolta ho paura che si tratta della clasica storiella del Al lupo al lupo e nessuno mi crede. Mi hanno visitata in un mese, ,due gastroenterologi, e secondo il parere della prima, avrei lievemente alterato la flora batterica a causa di quel cambio alimentazione durato due settimane. Secondo un altro Suo collega, dopo aver letto il referto dell altra, mi ha solo detto che è ansia.Ma non mi hanno fatto nessun test ne analisi delle feci...solo una visita alla pancia....questo mi sconforta perché non ho fatto nessun altro accertamento o esame a parte l'ecografia. Dottore stamattina ho fatto le feci sempre a pezzi medio fini lunghetti, color castagna e dentro c'erano addirittura le lenticchie di due giorni fa.La prima evacuata era pure abbastanza abbondante stavolta mentre la seconda la sentivo come diarrea a distanza di poco dalla prima mentre invece era formata ma sempre medio fina con alcuni pezzi duretti dentro e qualche filo giallo gelatinoso e del muco cchiaramente bianco identico alla candida vaginale uscito solo dopo averla fatta....possibile che mi hanno detto che non ho nulla, nemmeno il colon o l intestino irritabile?Ho sempre eruttazioni ad ogni cosa che mando giù persino l acqua e dolore bruciore e nausea provenienti da circa il centro dell'addome. Ho paura che di questo passo ogni cosa che mangio la espello fino a dimagrire...Eppure io non ho dolori da colica che vanno via dopo aver evacuato. . A me sbra tutto così strano Dottore. Sono convinta che è qualcosa al pancreas.. non mi hanno fatto fare nemmeno un esame per vedere se ho i batteri o l'epatite, non lo trovo rassicurante. Lei cosa mi consiglia? È un mese che sto così e i sintomi sono sempre più intebsi come nausee e bruciori aria e questo mi fa pensare a una digestione lenta. Al mio posto Lei cosa avrebbe fatto? Mi può dare un consiglioDevo fare un esame completo delle feci? ?Gastroscopia, ,colonscopia, endoscopia? E se avessi la gastrite? Ma quel muco giallo è grasso? E quello bianco? Mi aiuti Dottore... Grazie

[#5] dopo  
Utente
Mi scusi ancora Dottore,
Ho fatto nuovamente la cacca e siamo a tre da stamattina. Non era tantissima ma sempre a pezzetti tipo supposte ma più lunghe e più spesse ma non troppo.Ho notato che l'odore era più forte, quasi putrefatto e c'erano delle cose gialle dure che emergevano...ho mangiato le lenticchie ma non erano, oppure le noci ma non so se potevano essere queste..fatto sta che erano dure e si spezzavano come una noce (stessa consistenza) poteva essere grasso?Al tatto le feci erano gommose penzolavano alcuni pezzi e si sfanno facilmente con le mani, come ad essere molli.. Dentro c'era quella sostanza giallognola appicicosa ma si nota solo se si sfanno non ad occhio nudo..Questo mi succede principalmente se mangio carne, e non vorrei che quella parte di feci gommosa penzolante tipo ad avere dentro una membrana.. fosse carne o grasso... Se fosse la mia diagnosi sarebbe fondata del tumore al pancreas.. Lei cosa ne pensa di quest'ultimo segno? La ringrazio Dottore

[#6] dopo  
Utente
Dottore mi ha abbandonata...

[#7]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
1) non l'ho abbandonata (in ogni caso non è una mia paziente)
2) non stiamo 24 ore al giorno davanti al pc perchè abbiamo da curare le persone che vediamo fisicamente.

questa sua replica mi fa comprendere quanto sia importante curare, in primo luogo la sua ansia!!!!
Cordialmente!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#8] dopo  
Utente
Mi scusi tanto Dottore non volevo offenderla, so perfettamente che la sua disponibilità per me è un privilegio.
Ma secondo lei perché ho questi sintomi? Mi può indicare degli accertamenti? Non credo siano dovuti all ansia, oggi per esempio ho senso come di vomito con o senza dolori da quando mi sono alzata anche senza pensare alle cose brutte. Da gastroenterologo cosa mi consiglia? La ringrazio anticipatamente..

[#9]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Non sono offeso!
Le consiglio in primo luogo un consulto neutologico!
A distanza e srnza visita non posoo dirle di piu!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#10] dopo  
Utente
Grazie ancora per la Sua risposta. Una psicologa mi sta già seguendo e sto iniziando un percorso di psicoterapia. Ma secondo Lei questi sintomi potrebbero essere di un tumore al pancreas? Dottore mi dica quello che dovrei fare come visite a parte il neurologo farò tutto quello che mi consiglia Lei...

[#11]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Non credo si tratti fi un tumore pancreatico.
Non potendola visitare non posso dire di piu!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#12] dopo  
Utente
E Lei Dottore che accertamenti mi consiglia di fare per escluderlo? Ho fatto solo l ecografia addome completa e le analisi del sangue circa un mese fa poco meno, sono sufficienti o dovrei fare altri esami? Ancora grazie infinite