Utente
Dopo 2 anni e mezzo di dolori a stomaco inizialmente e intestinali successivamente, ho deciso di chiedervi consulto qui su mediciitalia.
2 anni e mezzo fa sono andato al lago di Garda con 2 amici che presentavano problemi intestinali e la sera ci siamo fermati a mangiare in un fast food.
Da allora è cominicato il mio calvario, d'apprima con dolori a stomaco e col passare del tempo con dolori intestinali.
IL 05/08/14 eseguito gastroscopia, conclusione : gastrite erosiva antrale.
Successivamente sono iniziati i dolori intestinali.
Ho eseguito coprocolture, esame del sangue per anticorpi tutte negative.
Ho eseguito breath test per il lattosio risultandone intollerante (02/2015).
Ho eseguito diverse calprotectine con valori in crescendo:68.5(aprile 2015)-102.8(giugno 2015)-143.4 (ottobre 2015) e in un esame del sangue dell'agosto 2015 avevo albumina, alfa 1 e alfa 2 globuline leggermente fuori(non rilevante).
IL 13/07/2015 ho eseguito eco addome completo , con risultato negativo(unica nota fegato di dimensioni superiori alla norma).
Il 20/08/15 eseguita colonscopia dove è stato asportato un polipo e l'ileo terminale appare lievemente iperemico(il resto del documento per me è arabo ma i medici mi hanno detto che non c'è nulla di grave).
Il 28/04/2016 eseguito entero RM con e senza contrasto: esito negativo.
Da qui la situazione è peggiorata, a giugno 2016 ho avuto molti momenti dolorosi con diarree liquide e moltissimo gas intestinale.
Inoltre ho passato le mie ferie (sempre ad agosto) in camera d'hotel in sardegna con febbre, diarrea liquida e dolori lancinanti con fitte a stomaco e intestino, senza riuscire ad ingerire più niente fino a quando non sono andato dalla guardia medica del posto che mi ha fatto un'iniezione.
Al ritorno su consiglio di alcuni medici ho eseguito anche diverse diete ma ho avuto ancora degli avvenimenti dolorosi con corse improvvise in bagno con diarree liquide e fitte intestinali.
Da qui ho cominciato ad iscrivermi a nuoto per vedere se l'attività fisica potesse alleviare.
Ho cominciato a perdere peso arrivando a 58 Kg.
Rieseguite coprocoltura ( 05/07/16) per parassiti e analisi del sangue per anticorpi con esito negativo ma con calprotectina a 1111 altamente positiva.
Gastrointerologo ha proposto pertanto di rieseguire colonscopia la quale è risultata negativa, ma sto ancora aspettando l'esito del referto istologico.
Ad oggi ogni mattina mi alzo con dolori intestinali sempre sotto ombelico a circa 5 cm, di norma vado a defecare dalle 2 alle 5 volte al giorno (feci quasi sempre caprine) e ho molte volte fitte improvvise e dolorosissime dovute probabilmente a gas intestinali.
Attualmente sto incrementando il tempo che dedico allo sport e mi faccio seguire anche da un fisioterapista che dovrebbe alleviarmi i dolori ma non vedo grossi miglioramenti.
Ho provato una marea di antispastici senza risultato.
Chiedo pertanto un vostro consiglio su che strada percorrere per risolvere i miei dolori.
Grazie anticipatamente.

[#1]  
Dr. Giorgio Enrico Gerunda

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
16% attualità
16% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gentilissimo Signore tutto fa pensare che sia presente una malattia infiammatoria cronica dell'intestino. La calprotectina superiore a 1000 è indicativa di questo. Aspettiamo l'esame istologico, ma nel frattempo vista la diarrea ed i dolori addominali le consiglio di farsi vedere dai colleghi gastroenterologi dell'ospedale di Borgo Roma a verona. In quella sede troverà persone competenti che potranno aiutarla a giungere ad una diagnosi.
Prof.Giorgio Enrico Gerunda Professore Ordinario di Chirurgia Generale Università di Modena e Reggio Emilia

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio della risposta professor Giorgio, attualmente mi sto facendo seguire privatamente da un medico gastroenterologo di Borgo Roma.
L'unica pecca sono la ricezione degli esiti che hanno tempi lunghi.
Nel frattempo c'è qualche altro esame diagnostico che potrei fare per velocizzare la ricerca della causa?
Prima trovo la causa, prima riesco a dar sollievo alla mia situazione.

[#3]  
Dr. Giorgio Enrico Gerunda

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
16% attualità
16% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2009
Gentile signore non ci sono al momento esami più significativi rispetto alla istologia nonostante la relativa negatività della colonscopia. Nella ipotesi di una ipotesi di morbo di Crohn sarebbe utile eseguire una entrerò risonanza magnetica per verificare la parte ideale dello intestino dove si aniddia questo tipo di malattia, ma sicuramente il suo gastroenterologo gliela proporrà in caso di negatività della istologia. Cari saluti
Prof.Giorgio Enrico Gerunda Professore Ordinario di Chirurgia Generale Università di Modena e Reggio Emilia

[#4] dopo  
Utente
La ringrazio nuovamente per il consulto.
Cordiali saluti.