Utente
Buongiorno, desideravo chiedere un parere medico su un problema che mi affligge da oramai tre anni. Il consulto on-line, spero, possa essere un modo per capirne un po’ di più!
Come dicevo, da tre anni circa, accuso un fastidio che non sono riuscito ancora a definire, spero almeno di farmi capire: dolori terribili e gonfiore addominale dopo circa 30 minuti aver ingerito un qualsiasi alimento, a prescindere dalla quantità, preceduti dal problema più grave a mio avviso, ossia una concomitanza di un forte prurito all’emilato sinistro, quindi testa, viso, occhio, addome, braccio, gluteo e gamba, il lato destro, invece, è completamente non interessato, e un forte senso di offuscamento sensoriale che più di una volta mi ha provocato cadute. Praticamente, come dicevo, mi capita sempre subito dopo aver ingerito un alimento e si affievolisce, ma non scompare del tutto, fino al prossimo pasto. Il gastroenterologo che mi segue, dopo una gastroscopia dalla quale si evince una piccola ernia iatale e una superficiale gastrite, senza ne bruciori o reflusso, mi ha curato per circa 4 mesi con medicinali per reflusso e antiacidi, che hanno avuto come risultato, un’accentuazione del problema. Il mio medico curante, più accorto dello specialista sbrigativo, mi ha parlato di possibile intossicazione da candida intestinale, prescrivendomi un urino coltura per batteri e miceti, e un esame colturale per feci con ricerca della candida; mi ha consigliato, inoltre, una dieta ad esclusione di tutti i prodotti fermentati e lievitati, integrandola con probiotici durante la giornata. A questo punto mi chiedo se un problema di candidosi possa provocare questi severi fastidi. Grazie per l’eventuale parere tecnico.

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Assai singolare ipotizzare che una candidosi possa dare i sintomi da lei lamentati (per di più da un solo lato!)!
Per scrupolo faccia una coltura fecale per miceti!
Resto a sua disposizione!
Cordiali saluti!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente
Grazie dottore per il suo intervento. Il medico curante, oltre a prescrivermi delle analisi come le dicevo, mi ha preso anche un appuntamento con il primario di gastroenterologia e virologia della mia città. Secondo la sua esperienza, cosa può provocare questo tipo di disturbi? La nutrizionista a cui mi sono rivolto per una dieta specifica, mi ha parlato anche di eccesso di istamina, essendo risultato positivo all'istamina +++-, o ad una possibile permeabilità intestinale. Sono abbastanza confuso e spero che la prossima visita mi sia da delucidazione.

[#3] dopo  
Utente
Egregio dottor Bacosi, come anche da suoi suggerimenti, ho effettuato l'esame delle urine e delle feci per la ricerca di miceti e parassiti. Ho appena ritirato i risultati, si evince una severa infestazioni da Candida come ipotizzato dal medico curante. E' stato eseguito anche l'antibiogramma relativo. A questo punto mi chiedo se l'eventuale cura, allo stato dei fatti, è la continuazione di assunzioni di probiotici od anche un antibiotico specifico come da antibiogramma? Grazie.

[#4]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
La candida è nelle urine o nelle feci?
Severa? Quante colonie sono state contate????
La cura si basa sull'antimicogramma.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#5] dopo  
Utente
Buona sera dottore, le trascrivo i risultati del referto:
Urinocoltura:
Assenza di Flora Batterica.
Assenza di Miceti.
Urine sterili.

Esame colturali feci:
Positivo.
Microrganismo isolato:
Candida Albicans.
Carica batterica:
Numerose colonie.
Antibiogramma:
Fluconazolo <=1 (S)
Anfotericina B 1 (S)
Caspofungina <=0.25 (S)
Flucitosina <=1 (S)
Micafungina <=0.06 (S)
Voriconazolo <=0,12 (S)
Mi potrebbe gentilmente indicare, anche solo a titolo informativo, quale antibiotico potrebbe essermi utile? Le faccio presente che da circa una settimana, nel frattempo della visita dal nuovo gastroenterogo, utilizzo mattina e sera un'integrazione di magnesio, a metà mattina e pomeriggio, probinul e mycostatin, e Le dico la verità, mi sento abbastanza bene, il prurito è quasi del tutto scomparso e i dolori intestinali attenuati. Grazie

[#6]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Numerose significa poco.
A titolo informativo, Non si tratta di antibiotici (che non hanno alcun effetto sulla candida) ma di ANTIMICOTICI!
Quindi NON è UN antibiogramma ma un ANTIMICOGRAMMA!
IN linea generale più è basso il numero vicino al nome del farmaco migliore è il risultato.
Io non farei terapia, ma, ovviamente, non conosco il caso, perciò lasci decidere al curante che, invece, la conosce!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#7] dopo  
Utente
Grazie. Indubbiamente mi rendo conto che il consulto è puramente indicativo. Sono in attesa, come le dicevo, della visita da un diverso gastroenterologo. Per quanto riguarda il referto, mi sono limitato a copiare la dicitura dello stesso, mi scuso se non sono stato preciso. L'aggiorneró. Buon weekend.

[#8]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Non mi riferivo a lei ma a chi havredatto il referto che queste cose le dovrebbe conoscere!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia