Utente
Egregi Dottori,
Soffro di disturbi intestinali da circa 2 anni (mi diagnosticarono un colon irritabile senza aver fatto un endoscopia, tenendo conto della mia età, ma solo un esame delle feci con ricerca di sangue occulto, tutto con esito negativo). Circa 7 mesi fa, hanno scoperto a mio padre 2 polipi intestinali (1 a penduncolo, l'altro sessile), entrambi tolti il mese scorso, e risultanti comunque beningi dall'esame istologico. Qualche giorno fa andai dal mio medico di famiglia poichè ebbi per 2 giorni degli episodi di diarrea, rimasi sconcertato quando mi disse che sarebbe meglio se mi sottopenessi anch'io ad una colonscopia, in quanto è probabile che i miei problemi intestinali siano da attribuire a qualche polipo ereditato da mio padre. Son caduto nel panico in quanto sono un tipo ansioso, ipocondriaco e fobico... mi chiedo, ma è possibile che a 22 anni possa aver ereditato dei polipi? Pensavo che una persona, anche se avesse dovuto ereditarli, si sarebbero comunque formati ad un età più avanzata della mia. Scusate eventuali errori di ortografia, ma sono di fretta. Vio ringrazio in anticipo, e spero di ricevere presto delle risposte che mi calmino, perchè ho davvero paura.
Cordiali saluti
Alessandro

[#1]  
Dr. Francesco Nardacchione

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2006
Gentile signor Alessandro
alcune poliposi possono essere familiari e non conoscere età di insorgenza. Tuttavia si tratta nella maggior parte dei casi di poliposi benigne per le quali è sufficiente un trattamento endoscopico. Il consiglio del suo medico curante, seppur giudicato allarmistico, viene dato al solo scopo di non trascurare questa evenienza. Consigliarle un controllo serve solo ad escludere eventuali presenze di polipi, non vuol dire che lei è affetto da poliposi.
Segua quindi con grande serenità i consigli del suo medico curante, senza alcuna paura.
Cordiali saluti
Dr. F. Nardacchione
NB: qualunque sia il consulto la visita medica rimane imprescindibile

[#2] dopo  
Utente
Egregio Dr. Nardacchione
mi scusi se insisto con le domande, ma lo faccio solo allo scopo di tranquillizzarmi ancor di più. Ci tenevo a farle sapere che nella nostra famiglia compresi anche tutti i parenti, non vi sono stati mai casi di polipi intestinali, eccetto per mio padre. Questo può comunque far pensare ad una poliposi familiare? Infine un ultima domanda, io son rimasto sconcertato poichè il medico curante tempo fa mi disse che se ci fosse stata una familiarità, avrei comunque dovuto fare con controllo all'età di 30/40 anni, ora perchè ha cambiato idea? Lei quindi mi consiglia di farla pur avendo ancora 22 anni?
Mi scuso, se le tolgo del tempo e la ringrazio per la risposta che mi ha dato precedentemente

[#3]  
Dr. Alessandro Scuotto

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
COMO (CO)
SARONNO (VA)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile signore,
le poliposi familiari del colon sono condizioni ereditarie piuttosto rare la cui diagnosi clinica si basa sulla presenza di "numerosi" polipi nel colon e/o in altri tratti intestinali in più di un membro della famiglia.
La sua sintomatologia, in maniera del tutto indipendente da quanto presenta suo padre, può giustificare un'indagine endoscopica, ma farei precedere ad essa una valutazione clinica specialistica gastroenterologica.
In quella sede è possibile considerare gli altri aspetti che, se presenti, favoriscono un orientamento diagnostico.
Cordiali saluti.
Alessandro Scuotto, MD, PhD.