x

x

Rigurgito, vomito e birra

Gentili Dottori/Dottoresse,
il problema riguarda il mio ragazzo:
da alcuni anni ha un problema per cui soprattutto quando beve birra e fuma numerose sigarette, spesso vomita,
questo accade ultimamente circa ogni dieci giorni/ una volta alla settimana.
Devo dire che il numero di birre che beve (circa 2 volte alla settimana) è abbastanza alto, ma non beve altri tipi
di alcolici, ne' vino ne' superalcolici e il numero di sigarette fumate è abbastanza alto. Inoltre, quando beve un po' di piu' nonostante si tratti di birre, dopo alcune birre diventa subito abbastanza "molesto", si ubriaca facilmente.
Alcune volte è capitato addirittura che bevesse solamente un paio di birre (piccole) e che improvvisamente avesse conati di vomito, senza avere sintomi precedenti, da un momento all'altro si fermava e aveva dei rigurgiti ad emetteva.
Lui dice che sono le numerose sigarette che gli provocano questi rigurgiti e che poi per questo gli venga lo stimolo a emettere.
Questi rigurgiti (senza vomito) sono presenti ogni giorno, anche quando non beve birre, in particolare al mattino quando si alza e quando si lava i denti, quindi con lo spazzolino in bocca aumentano.
Volevo dire anche che a volte non digerisce bene la pizza (alcune volte ha avuto addirittura diarrea in seguito alla pizza, che io stessa avevo mangiato insieme a lui e che a me non ha provocato nulla) e in generale a volte non digerisce bene e va spesso in bagno (a volte anche 2-3 volte al giorno). Volevo anche aggiungere che la madre è intollerante sia al lievito di birra che al glutine.
Io gli ho detto piu' volte di andare da un medico, ma lui posticipa sempre. Cosa potrebbe avere? Puo' darsi che il problema sia semplicemente che beve troppe birre e fuma troppo? Che cosa potete consigliarmi?

Ringrazio anticipatamente per le risposte.

Saluti
[#1]
Dr. Marco Bacosi Gastroenterologo 27.1k 1k 13
A distanza e senza visita direi (anche se lei non specifica le quantità) che sia un problema di eccesso di fumo e birra.
La birra non contiene solo alcol ma porta con se anche una notevole quantità di gas.
Non si deve affidare ad un gastroenterologo ma ad uno psichiatra che possa aiutare il suo ragazzo a comportarsi in modo responsabile nei (propri e negli altrui confronti) e a comprendere il motivo della compulsività.
Cordiali saluti.

MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2]
dopo
Attivo dal 2017 al 2017
Ex utente
Gentile Dott. Bacosi,
grazie per la risposta celere, il problema è che il mio ragazzo evita anche di andare dal medico di base per questo problema, sicuramente è presente un problema psicologo di compulsivita'. Il numero può variare dalle 2 alle 10 birre (piccole e/o grandi) una o due volte a settimana più in alcuni giorni una o due e in altri zero potrei dire, anche se non posso dirlo precisamente perché non lo tengo sotto controllo perennemente, le sigarette sono sicuramente almeno tra 15 e 20 al giorno. Quello che io volevo capire è se oltre al problema psicologico potrebbe avere un problema di intolleranza al glutine e lievito di birra, visto che a volte i sintomi di emettere e di problemi intestinali sono presenti anche quando non beve assolutamente nulla e però consuma pasta o pizza. Per me sarebbe anche un modo per cercare di convincerlo ad affrontare il problema anche partendo da un altro aspetto più fisico...
La ringrazio e cordiali saluti