Utente
Egregio Dottore, buona sera.

Vorrei gentilmente delle delucidazioni sul risultato di una risonanza magnetica effettuata da me, il 28 Agosto. Come scritto nei precedenti consulti, a causa dei valori della amilasi e lipasi alti da parecchi anni, anche 5 o 6 volte rispetto ai limiti massimi, mi sono sottoposto a numerose ecografie, senza però rilevare nulla di anomalo.

Tutti gli altri valori del sangue erano nei limiti, tranne amilasi e lipasi. Il mio gastroenterologo sospettando un calcolo, mi sottopose a una risonanza magnetica (Novembre 2016) con il seguente risultato:
"Fegato nella norma per morfologia, dimensioni e intensità, esente da lesioni focali identificabili in assenza di metodo di contrasto. Vena porta e vene sovraepatiche senza anomalie. Colicisti ben distesa, alisiatica. Via biliari intra ed extra epatiche non dilatate. In corrispondenza della porzione pre-ampullare del coledoco, è documentabile millimetrica immagine ipotensa indicativa di patologia litiasica. Opportuna verifica mediante CPRE. Pancreas nei limiti morfovolumetrici, esente da lesioni focali. Dotto di Wirsung non dilattato. Milza senza anomalie. Assenza di linfonodi aumentati di dimensioni in addome superiore. Non si evidenzia versamento liquido in addome superiore".Questa la risonanza del 2016.

Con questo foglio mi son recato al policlinico Gemelli (Roma) dove un medico gastroenterologo mi ha fatto fare altre analisi del sangue e mi ha detto che mi sarei dovuto sottoporre a una CPRE, ma prima voleva fare un tentativo con una dieta, eliminando formaggi, grassi e bevendo 4 litri di acqua al giorno. Ho fatto questa dieta per un sacco di mesi, anche se onestamente un pò di formaggio me lo mangiavo e l'altro giorno son tornato a fare la risonanza, a quasi 10 mesi dalla prima. Questi i risultati:
"L'indagine è stata eseguita secondo piani di scansione assiali e coronali nelle sole condizioni basali anche con sequenze mirate allo studio delle vie biliari. Non sono evidenti alterazioni dell'intensità di segnale di tipo focale del fegato, della milza, del pancreas, dei surreni e dei reni bilateralmente. Lo studio delle vie biliari documenta colicisti normodistesa, alisiatica a pareti non ispesse. Non sono evidenti formazioni litiasiche nel contesto della via biliare principale che si presenta regolare per calibro. Nella norma il Wirsun".
Questa estate mi son sottoposto nuovamente ad analisi del sangue e amilasuria delle urine (NON delle 24 ore). I valori delle urine erano alle stelle 2000 (massimo 400), e anche amilasi 267 (massimo 115) e lipasi 782 (massimo 393) alte. Le domande che mi pongo sono tante Egregio Dottore.
1-Dov'è finito questo calcolo?
2-Può veramente essere sparito? Sciolto? Caduto?
2-Se veramente non c'è più, come mai i valori degli enzimi pancreatici non sono scesi? Secondo lei c'è qualcosa di strano? Cosa mi consiglia?

Grazie anticipatamente e le auguro buona serata.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Nella precedente RMN si parlava di una millimetrica formazione litiasiche che probabilmente è transitata oltre la papilla. Per i valori ancora alti credo sia utile parlarne con i colleghi del Gemelli per capire come procedere e se si ritiene utile una eventuale Ecoendoscopia (per lo studio dettagliato della papilla).

Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
Egregio Dottore, grazie per la risposta.

Gentilmente, cosa intende per "transitata oltre la papilla"? Cosa c'è oltre? Se ci fosse stata qualcosa oltre, la RM non è in grado di vederla?

La ringrazio ancora!

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Vuol dire che il calcolo è stato espulso dalla via biliare in duodeno. L'ecoendoscopia è superiore alla RMN per lo studio delle piccole patologie della via biliare, della papilla e del pancreas.
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente
Quindi possiamo permetterci di affermare che il fato che non ci sia più il calcolo, sia una notizia piuttosto buona? Anchè perchè penso che la CPRE non sia molto bella fa fare.

Il gastroenterologo mi ha detto che ci vediamo il 15 Settembre. Intanto devo fare le analisi del sangue perchè può essere che quando lo ho fatte ad Agosto, il calcolo fosse ancora li e vediamo se sono più basse.

Eventualmente mi ha detto che faranno ulteriori accertamenti di cui non mi ha parlato, ma suppongo sia questa eco endoscopia.

Insomma, se mi permette una battuta, un tubo in gola, nonostante tutto non me lo toglie nessuno! E io che stavo già cantando vittoria!

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Comprendo, ma credo proprio che l'iter sia questo.

Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it