Utente 402XXX
Oramai vado verso i due mesi. Come è possibile che due giorni fuori città mi abbiano reso stitico cronico? Non nego che, in quei due giorni, i bioritmi siano cambiati e il mio corpo deve aver risentito del cambio di abitudini (praticamente non ho dormito per due giorni), ma una volta tornato a casa e ripresa la vita di prima mi aspettavo che il mio intestino si regolarizzasse (d'altronde come successe anni prima durante un viaggio a Londra). Praticamente non vado mai di corpo. Succede che, ogni qual volta sento lo stimolo o dei "movimenti", mi siedo sul water e provo: a volte è un flop e altre volte riesco a defecare (con sforzo e feci caprine, ma raramente mi è capitato anche con feci normali). Non ho mai sofferto di stitichezza in questo modo, al massimo (come penso sia successo a tutti) mi è capitato di avere problemi nell'espellere feci perchè troppo grosse o dure, ma il problema adesso sembra diverso: è come se il mio intestino fosse diventato pigro ed è come se fosse entrato in un nuovo regime di funzionamento, è come se oramai il mio intestino "ragionasse" in questo modo. Penso che ci siano problemi di transito e di rallentamento.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Evidentemente l'episodio è servito ad avviare il meccanismo della stipsi. Deve evitare lassativi forti ed assumere costantemente delle dosi di polietilenglicole e probiotici con insulina.


Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente 402XXX

Grazie per la risposta, Dottore. Avendole già in casa, cosa ne pensa delle pillole sollievo Aboca (integratori)? Le ho provate due volte ed entrambe le volte hanno funzionato, ma poi ho sospeso (non volevo dipendere dalle pillole) e non ho risolto nulla. È il caso di provare una "terapia" continua e più duratura? Magari una settimana? O rischio di peggiorare il problema?

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Può tranquillamente assumere il prodotto.
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it