Utente 570XXX
Buonasera. Riscrivo perchè non ho avuto risposta nel consulto postato precedentemente.
Volevo descrivervi oggi un problema che ho ormai da 2 anni e che mi ha fatto diventare abbastanza ansioso, il problema che voglio menzionare è iniziato tutto da una stipsi (non ricordo giorno/mese preciso) (aggiungo come dato che ho sempre praticato calcio a livello agonistico in caso possa essere utile).
Ho fatto moltissime analisi legate a questo problema da colonscopia a TAC a esami per la celiachia con genetica a diversi consulti con gastroenterologi con visite meno invasive nonostante la mia giovane età ma nessuno è ancora riuscito a darmi una risposta e purtroppo questo mi ha portato pure ad avere difficoltà a fidarmi dei medici.
Come dicevo il tutto è iniziato da una stipsi (il problema si è presentato 1 anno dopo che ho fatto una "dieta" dove ho semplicemente iniziato a mangiare in maniera più sana in quanto ho avuto uno stop di 6 mesi circa per colpa di un infortunio che mi ha fatto ingrassare abbastanza rapporto cm/kg circa 170/90-95 che dopo questa dieta mi ha portato a un rapporto di 170/70 quindi una perdita di 20kg in circa 5-6 mesi dove non ho nè perso nè preso peso dopo essere arrivato a questo punto, non so se questo possa essere un dato importante ma mi sembrava utile menzionarlo).
La stipsi tuttavia dopo diverse cure ordinate da medici non è migliorata ma il contrario, si sono presentati dopo problemi come dolori al fianco destro esattamente sotto le costole come se ci fosse qualcosa da dentro che spingesse per uscire, stessa cosa nella zona sinistra ma più leggero, la sensazione nella stipsi è come quella di un tappo dove nonostante lo sforzo le feci non passano e se passano non mi svuoto in modo soddisfacente e so che non è una sensazione in quanto mentre mi lavavo sentivo che c'era ancora presenza di feci e non solo molte volte nemmeno l'aria, stessa cosa per lo stomaco tante volte provo a ruttare e l'aria sembra come non riuscire a passare come se ci fosse qualcosa che la ostruisce.
E' subentrato anche il reflusso di conseguenza e durante un periodo di forte ansia di circa 3 settimane da 70kg sono passato a 10kg in quanto per colpa di quest'ultima mi è passata la fame ed ho mangiato il minimo indispensabile che il mio corpo richiedeva.
Dalle analisi le uniche cose non nella norma trovate sono stati fegato e milza "modicamente" ingrossati, un valore di amilasi un po' più alto se non ricordo male e basta.
Il problema è un po' migliorato dopo una cura che mi è stata suggerita al S. Orsola di Bologna che prevedeva Clisteri con Olio di vaselina, Sanipeg e Faringel ma niente che mi "soddisfi".
Posso immaginare sia difficile ipotizzare una diagnosi a distanza ma dopo tutte queste prove tentar non nuoce.
Spero mi possiate aiutare in una qualunque maniera.
Ringrazio in anticipo per la risposta.

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Studierei meglio il movimento del pavimento pelvico con una defevo-RMN.
Quante volte va in bagno in una settimana?
Cordiali saluti!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente 570XXX

Salve la ringrazio della risposta.
In settimana circa 4 volte contando che ci sono volte in cui vado 1 volta ogni 2 giorni, volte dove vado ogni giorno e volte dove vado 1 ogni 3 giorni, quindi una media di 4 volte circa che è migliorato rispetto a prima che era quasi sempre 2 volte a settimana, ma il problema non è la frequenza quanto il fatto di non andare mai completo e sentirmi peggio di prima se non usando supposte (glicerolo carlo erba) o dei clisteri. Mi sono pure dimenticato di aggiungere che durante l'inizio di questo problema forse un po' prima che iniziasse non ricordo con precisione avevo le difese immunitarie leggermente basse.
Questi sono gli esami più importanti che ho eseguito fino ad ora:

COLONSCOPIA (04/09/2018)
Esame eseguito fino in prossimità del fondo cecale.
Non è possibile perseguire oltre per scarsa tolleranza del pazienta stante la sedazione. Nella norma mucosa del retto. Ai tratti colici esaminati si rileva lieve friabilità della mucosa che si presenta esente da lesioni attive.
Colite aspecifica di grado lieve in paziente con colonpatia funzionale.

Eco Addome. (07/08/2018)
L'esame è stato eseguito con apparecchiatura real-time con sonda da 3,5 MHZ.
-Fegato nei limiti per dimensioni morfologia ed ecostruttura
-Angoli marginali conservati
-Non immagini ecografiche riferibili a patologia focale
-Vie biliari intraepatiche non dilatate
-Via biliare principale di calibro regolare
-Vena porta di calibro regolare che si modifica fisiologicamente nella dinamica respiratoria
-Non dilatazione delle vene sovrepatiche
-Colecisti nella norma per dimensioni e morfologia priva di immagini riferibili a calcoli
-Pancreas nella norma per dimensioni, morfologia ed ecostruttura
-Asse splenoportale di calibro e decorso regolare
-Aorta addominale di calibro e decorso regolare senza compressioni ab-estrinseco sulle sue pareti
-Non evidenza di linfopatie alle stazioni linfoghiandolari addominali ecograficamente evidenziabili
-Reni nella norma per dimensioni, morfologia ed ecostruttura, senza la presenza di immagini a riferimento litiasico o a processi occupanti spazio o a dilatazioni pielo-caliceali
-Non splenomegalia.

TC ADDOME COMPLETO - COLONSCOPIA VIRTUALE (3/11/18)
Esame conseguito in condizioni basali previa somministrazione di Gastrografin per os (per marcatura di eventuali residui fecali) ed ipotonizazione farmacologica con Buscopan.
Fegato modicamente ingrandito con densitometria omogenea.
Splenomegalia senza alterazioni densitometriche.
Pancreas con normali spessore e densitometria. Surreni e reni nei limiti. Non segni di stasi urinaria. Non rilievi particolari nello scavo pelvico.
Lo studio virtuale del colon ha evidenziato: colon con pareti distensibili. Normale decorso, non si riconoscono alterazioni dei piani parietali.
Cieco in sede più bassa rispetto alla norma.

Anamnesi e quadro clinico Sant'Orsola (28/11/2018)
giovane con presenza di stipsi da un anno, sensazione di incompleta evacuazione; ha seguito alcune impostazioni terapeutiche con utilizzo di macrogol, probiotici, in una ciclo claritromicina e sospensione di fichi e manna (l'ultimo quello con maggiore beneficio) perdita ponderale voluta di circa 30kg di cui 20 in un primo anno e i restanti 10kg nell'ultimo anno. Aftosi ricorrente e recente sensazione di risalita del bolo e fastidio come se avesse "sangue in bocca".
Sonno regolare, appetito buono ma non gradisce alimenti con eccesso di olio, gioca a calcio agonistico, crescita regolare. Eseguiti svariati test negativi con test per celiachia, emocromo, indici di flogosi, transaminasi, bilirubina frazionata, amilasi
es chimico feci con reaz alcalina e grassi presenti
eseguita colonscopia con normale mucosa del retto, presenza di lieve friabilità della mucosa del colon con indicazione di colite aspecifica di grado lieve in colonpatia. (dati colonscopia scritti su)
Mamma con colite spastica, Papà con alvo alterno, allergie non note, due sorelle di 13 e 25 anni con l'ultima con gastrite da 1 mese; nono pat deceduto per coplicanze di diabete e ictus a 65 anni, nonna pat dec a 80 anni per ca rene in epatopatia B cronica e cirrosi; nonna mat deceduta per trombosi e pancreatite, nonno mat deceduto a 90 anni per ictus in BPCO
2 genito nato a termine grav fisiologica, parto spontaneo, im per 5 anni?, divezzo 4-6 con glutine, sviluppo regolare, vaccini sec schema, varicella.

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Difese immunitarie basse?
E come fa a dirlo?
Farei defeco-rmn e manometria ano-rettale.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4] dopo  
Utente 570XXX

Ho fatto delle banali analisi del sangue e il medico curante mi ha detto che avevo le difese immunitarie leggermente basse.
Per quanto riguarda defeco-rmn e manometria ano-rettale che tipo di esami sarebbero? magari li ho già fatti senza sapere che hanno questo nome

[#5]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Studierei meglio il movimento del pavimento pelvico con una defevo-RMN.
Quante volte va in bagno in una settimana?
Cordiali saluti!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#6] dopo  
Utente 570XXX

Come le avevo detto nella risposta precedente in settimana circa 4 volte contando che ci sono volte in cui vado 1 volta ogni 2 giorni, volte dove vado ogni giorno e volte dove vado 1 ogni 3 giorni, quindi una media di 4 volte circa che è migliorato rispetto a prima che era quasi sempre 2 volte a settimana, ma il problema non è la frequenza quanto il fatto di non andare mai completo e sentirmi peggio di prima se non usando supposte (glicerolo carlo erba) o dei clisteri

[#7]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Farei una defeco-rmn ed una manometria ano-rettale.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#8] dopo  
Utente 570XXX

Grazie della risposta, durante il tempo di attesa per questi esami ha qualche consiglio che potrei seguire? magari su qualche cibo da evitare, ultimamente sto cercando di mangiare senza glutine e senza lattosio per evitare di appesantirmi e sto evitando insaccati e dolci se non qualche succo ogni tanto

[#9]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Gli alimenti non hanno responsabilità.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia