Utente
Buongiorno egregi e stimabili dottori, formulo la mia richiesta: da circa 6 anni quasi ininterrottamente assumo lucen 20 mg causa una piccola ernia da scivolamento e gastrite, ogni tanto provo a staccare ma puntualmente tempo 3 o 4 giorni accuso dolori allo sterno, dietro la schiena e bruciori.
Il mio scopo è eliminare gli inibitori in quanto sappiamo che provocano effetti collaterali importanti, da due giorni sto assumendo un cucchiaio di gaviscon dopo i pasti e per il momento va bene.

Chiedo gentilmente se questo può bastare e nel caso iniziasse a venire il dolore con relativo bruciore se posso assumere qualche altra cosa non inibitore da lenire il dolore.

Ringrazio anticipatamente per la risposta e auguro oltre ad una buona giornata, un buon lavoro.

Pasquale

[#1]  
Dr. Guido Guasti

28% attività
16% attualità
12% socialità
REGGIO EMILIA (RE)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2017
Buongiorno
se non ha avuto problemi maggiori legati all'uso cronico di PPI, ossia sindromi carenziali di Vit. 12 e Ferro, non prenderei in considerazione le infezioni che rappresentano una complicanza reale soltanto in pazienti critici, direi che può usare tranquillamente ancora cronicamente il Lucen.
Se invece ha avuto problemi di cui sopra, l'uso di protettori gastrici non PPI dovranno essere presi in considerazione soprattutto per le possibili conseguenze che il reflusso determina.
Spero di essere stato chiaro.
La saluto
Dr. GUIDO GUASTI

[#2] dopo  
Utente
Gentilissimo dottor Guasti, innanzitutto la ringrazio per la risposta, i miei dubbi riguardano l'uso prolungato degli inibitori i quali su tante riviste e ieri l'ho letto anche su una fondazione molto nota riportano che provocano tumori e altre malattie inabilitanti.
Cordialità
Pasquale

[#3]  
Dr. Guido Guasti

28% attività
16% attualità
12% socialità
REGGIO EMILIA (RE)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2017
Immagino.
Comunque in letteratura medica quelle che le ho elencato sono attualmente le uniche problematiche reali del farmaco.
Buona serata
Dr. GUIDO GUASTI