Utente
Buongiorno

Sono un ragazzo di 23 anni, da circa un mese ho problemi intestinali e vado ad elencare i sintomi:
difficoltà a defecare, con feci dure e nastriformi, tendenti al giallo, alternati a periodi di feci molle.
2 episodi di giornate di diarrea alternate a feci molli

Molti rumori e movimenti dell'intestino, soprattutto parte dx bassa e sx vicino alle costole e dolori non forti ma molto fastidiosi che vanno e vengono.

2 episodi di crampi, soprattutto di sera.


Rumori anche nella zona dell'ano.


Inizio circa 1 mese e 1 settimana fa, ci sono stati dei giorni di miglioramento ma da 8/9 giorni i sintomi si sono fatti più insistenti.


Sono a dieta da circa 2 settimane, solo pasta in bianco e carne, fermento lattico da 4 settimane.

Ho perso 3/4 kg nell'ultima settimana

Il medico di base mi ha prescritto cura con Normix, oggi é il giorno 7.

Non passando i sintomi ha aggiunto da 3 giorni Samper e Flagyl.

Sospetta gastroenterite ma persiste da un sacco e non vedo miglioramenti...

I sintomi che ho possono essere collegati a patologie più serie e quindi sono preoccupato.


Ovviamente vista la situazione virus il controllo con visita o ricovero ospedaliero é difficile ma anche il medico concorda che se entro Lunedì i sintomi non migliorano bisogna approfondire...

Oltre a qualche opinione su sintomi etc avete qualche suggerimento su come pormi in caso di necessità di approfondimento?
Ovviamente servirebbe una colonscopia ma non so se vengono effettuate o meno...

Vi ringrazio

[#1]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
In molti Ospedali le colonscopie vengono sempre eseguite, con le opportune precauzioni. Ma non credo che lei ne abbia bisogno, almeno per ora. Non vada a pensare a patologie strane, non ne ha i sintomi. Ora che ha preso dei disinfettanti intestinali ( sono d' accordo ) ,deve fare un bel ciclo con uno dei moderni probiotici, per restaurare la flora batterica intestinale. Per regolarizzare le funzioni intestinali, non c' è niente di meglio che aggiungere delle fibre alla dieta normale. Senza fare tante restrizioni alimentari.
Prof. alberto tittobello

[#2] dopo  
Utente
I sintomi però sono persistenti da tempo, più di un mese e soprattutto, 3 antibiotici non hanno praticamente cambiato nulla...

Mi preoccupa più che altro l'alternanza periodica tra le feci nastriformi e le feci molle...

Grazie intanto.

[#3]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Non dia importanza all ' aspetto delle feci, che non ne ha. Non conta nulla. Lei ha bisogno di regolarizzare le funzioni intestinali aggiungendo delle fibre all ' alimentazione normale ,e sottolineo normale. Più fibre, come i prodotti a base di crusca o simili. E poi, come ho detto, un ciclo con prpbiotici. Poi ne riparleremo.
Prof. alberto tittobello

[#4] dopo  
Utente
Perfetto, grazie.

[#5] dopo  
Utente
Buonasera dottore, per aggiornarla, se mi dedica 5 minuti del suo tempo la ringrazio.

Ho fatto visita specialistica 14 giorni fa, mi è stata prescritta cura per 12 giorni con Normix 2+2 e Pentacol 800 3x al giorno, la terminerò tra 3 giorni.
Inoltre Agpeg per 14 giorni in quanto in seguito ad ecografie ero pieno di feci e molto gonfio nel colon "fino all'orlo".

Alimentazione libera, senza latticini.

I sintomi non passano, sempre feci molle e sempre brontolio con fastidio in pancia. Oggi ho avuto di nuovo crampi e una scarica liquida alla fine di scarica molla.

Siccome ho preso Normix per un totale di 18 giorni nell'ultimo mese e mezzo, Flagyl e Samper più Pentacol per 14 giorni sono un po' preoccupato...

Ho fatto analisi del sangue, tutte nella norma
Azoto ureico 18
VES 5
Bilirubina Totale 1.0
AST 18
ALT 38
Gamma glutamil tranferasi 18
Anticorpi anti endomisio Negativo
Proteina C reattiva <0.3

e analisi delle feci:
niente sangue in 3 campioni, niente parassiti, niente heliobacter pylori, niente Salmonella, Shigella, Campylobacter.

L'unico valore alterato è la calprotectina a 72 (limite 50).

Qualche suggerimento? La situazione si protrae da 2 mesi e 1 settimana ormai. Potrebbe essere qualche malattia infiammatoria cronica? O perlomeno l'inizio di essa?

La ringrazio per la pazienza e l'aiuto.

[#6]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Se non vede né sangue, né muco nelle feci, è poco probabile che abbia una malattia infiammatoria intestinale. La mia opinione ( ma deve concordare con quella del suo medico ) è di abbandonare antibiotici e antinfiammatori, per prendere qualche blando antispastico intestinale ( come il pinaverio o l' otilonio ) e robusti cicli di probiotici.
Prof. alberto tittobello

[#7] dopo  
Utente
La ringrazio, proporrò questa soluzione nella visita di controllo, spero la prossima settimana!

Grazie ancora e buona giornata!

[#8]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
O.K.
Prof. alberto tittobello