Utente
Sono una ragazza di 22 anni; da aprile ho cominciato ad avvertire un fastidioso gonfiore alla pancia, perenne, che da quel momento non mi ha mai abbandonata.
Sotto consiglio del Gastroenterologo ho fatto la gastroscopia e l’esito è stato gastroduodenite da reflusso biliare e l’esame istologico ha confermato che era presente l’hp.
Ho cominciato la cura una settimana e mezza fa, con la terapia tradizionale, i due antibiotici e l’IPP.
Mi mancano cinque giorni di terapia, ma ad oggi, il mio gonfiore (unico sintomo che mi ha sempre dato il battere, oltre ad essere dimagrita in modo spropositato) è peggiorato invece che essere migliorato.
Può essere questo un effetto stesso degli antibiotici, che avendo già una flora batterica completamente squilibrata, per il momento stanno peggiorando la situazione?
Contemporaneamente assumo dei probiotici ad alta resistenza antibiotica.
Sono un po’ scoraggiata, o forse dovrei solo attendere la fine della terapia.
Vi ringrazio molto.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Molto probabilmente i suoi disturbi non hanno niente a che fare con l'helicobacter e la terapia può aver peggiorato la situazione

Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
Chiaramente non ho iniziato la terapia a caso; mi è stato confermato sia da gastroenterologa che dal medico di base che il carattere "granuloso" della gastroduodenite evidenziato dalla gastroscopia era proprio riferito all'helicobacter, confermato poi dall'esame istologico.