Utente
Gentili signori,

Sono due mesi che mia mamma (51 anni) accusa forti dolori gastrici e il nodo alla gola.
Un mese fa è stata sottoposta a una gastroscopia il cui risultato istologico ricevuto di recente è:

A - Stomaco antro, angulus e corpo
B - Stomaco antro-corpo
C - Esofago

A) Lembi di mucosa gastrica di tipo antrale con moderata flogosi cronica e con metaplasia intestinale severa.
Lembi di mucosa gastrica di tipo fundico con severa flogosi cronica attiva.

Ricerca formazioni Helicobacter pylori-simili: +++
B) Lembi di mucosa gastrica di tipo antrale e transizionale con severa flogosi cronica attiva
Ricerca formazioni Helicobacter pylori-simili: +++
C) Lembi superficiali di mucosa di tipo esofageo priva di modificazioni strutturali di rilievo.

La gastroscopia, invece, ha rilevato:
Esofago regolare per calibro, decorso e rilievo mucoso: si eseguono biopsie per escludere infiltrato eosinofilo (campione 3).
Linea Z di regolare aspetto, coincidente con la giunzione esofago-gastrica. Cardias in sede, incontinente, ma senza segni di ernia jatale.
Stomaco indenne nel settore corpo-fundico. Nell’antro la mucosa è lievemente marezzata, ma priva di lesioni attive. Al passaggio antro-corpo lungo la grande curvatura si asportano due minimali rilevatezze mucose di 1-2mm (campione 2). Si eseguono inoltre biopsie in antro, angulus e corpo (campione 1). Bulbo e duodeno discendente indenni. Conclusioni: incontinenza cardiale. Lieve gastrite antrale.


La situazione ci preoccupa molto, sopratutto la metaplasia definita severa che da quello che ho letto è una condizione pericolosa che va tenuta sotto controllo.
Il medico di famiglia le ha prescritto 5 giorni di trattamento con amoxicillina e omeprazolo, seguiti da altri 5 giorni con amoxicillina e claritromicina.


Essendo che la situazione persiste da oltre un mese e mezzo (ma il trattamento l’ha appena iniziato) , vi chiedo cortesemente se oltre alla terapia summenzionata è consigliabile eseguire ulteriori approfondimenti e/o rivolgersi a un gastroenterologo.
Si ringrazia anticipatamente per il cortese riscontro.

[#1]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Corretto direi, esecuzione del breath test al termine per verificare l' avvenuta eradicazione e gastroscopia di controllo a distanza per controllare la metaplasia, senza preoccuparsi. Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Ovviamente l' omeprazolo va assunto per tutti i 10 giorni e poi per ulteriori 20 giorni solo quello, in genere.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#3] dopo  
Utente
La ringrazio per la celere risposta.

Il medico di base le ha prescritto:

- dal primo al quinto giorno: omeprazolo + amoxicillina, da assumere la mattina e la sera.
- dal sesto al decimo giorno: amoxicillina + claritromicina, sempre la mattina e la sera.

A quanto pare, dal sesto giorno l'omeprazolo viene sostituito dalla claritromicina. Spero non abbia capito male mia mamma perché da quello che ho visto aveva un "post-it" con incollato alle medicine con le indicazioni che Le ho riportato.

Immagino che per quanto riguarda invece i forti bruciori e il nodo alla gola che sente soprattutto verso sera e saltuariamente di giorno non c'è nulla da fare finché non verrà eradicata la causa infettiva.

[#4]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Credo abbia capito male. Lo ricontatti.Prego
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it