Utente
buongiorno,
20 giorni fa, nel cuore della notte, mi è insorta una violenta epigastralgia con dolore alla bocca dello stomaco e bruciore alla parte corrispondente della schiena.
Una pastiglia di un derivato dell' omeprazolo non ha fatto alcun effetto, così pure mangiare dei biscotti secchi.

la posizione supina mi dava fastidio e trovavo giovamento in piedi o seduto.

dopo 4 ore mi son deciso a recarmi in PS, dove, dopo aver escluso problemi cardiaci, mi hanno fatto una flebo di omeprazolo e una di Levopraid.
Ho trovato subito giovamento.
Mi hanno riscontrato anche un calcolo nella coliciste di circa un cm che so di avere da moltissimo tempo.

La domanda è questa: i sintomi descritti possono essere attribuibili a una colica biliare?
un calcolo di queste dimensioni, secondo la vostra esperienza, è da operare?.
Non avevo mai avuto prima dolori di questo tipo.

grazie dell' attenzione

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Probabilmente colica biliare.
La decisione se operare non deriva dalle dimensioni del calcolo ma se si sono verificate coliche biliari.
Senza coliche non si opera, scoperta dopo la prima colica.
Faccia una visita gastroenterologica per valutare la situazione.
Cordiali saluti!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente
Gente.mo dottor Bacosi la ringrazio di molto per il tempo che mi ha dedicato.

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Di nulla.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia