Utente 185XXX
Premesso che sto attraversando un periodo molto ansioso perché una mia carissima amica ha scoperto di avere un cancro allo stomaco e tutto questo va avanti già da un paio di mesi, io da poco più di un mese avverto un fastidio (non lo definisco dolore) nella parte alta dell'addome, leggermente sulla sinistra, poco sotto la costola. Ho fatto la terapia con il Debrum per circa 3 settimane 3 volte al dì, ma con scarsi risultati. Ho quindi fatto una visita specialistica con il gastroenterologo, il quale mi ribadisce, come il mio medico di base, che è sicuramente il colon che si è irritato e che è quindi un fatto nervoso. Lo specialista mi prescrive il Dicetel sempre 3 volte al dì per una ventina di giorni (ad oggi sono 15 giorni che lo prendo) e di tornare al controllo anche con una gastroscopia di controllo avendo fatto la precedente nel febbraio 2002, non ritenendo di effettuare colonscopie o altro. La vecchia gastroscopia aveva evidenziato la presenza di un'ernia iatale ed esofagite di 2° grado. Feci la cura con omeprazen e gaviscon e tutto andò a posto. La situazione odierna è che fino ad alcuni giorni il fastidio andava e veniva; adesso è praticamente continuo. Soffro anche un pò di acidità gastrica e di aria che sembra risalire lungo l'esogago, dopo aver mangiato qualcosa. Poco più di un mese fa avevo anche diarrea mattutina subito dopo la colazione; ora invece sono abbastanza regolare, anche grazie a dei fermenti che ho preso per 10 giorni (il Codex). Preciso inoltre che sto facendo anche una cura con il Citalopram da 40 mg al dì e spesso prendo anche una compressa di Tavor orosolubile da 1 mg. Non riesco a capire se è il colon o lo stomaco, a causa della mia ernia iatale che potrebbe essersi infiammata di nuovo, a darmi questi fastidi; avrò qualcosa di brutto? Sono comunque consapevole di aver subito qualche condizionamento dalla situazione di questa mia amica.
Ringrazio anticipatamente per la risposta che potete darmi.

[#1] dopo  
Dr. Carlo Pastore

36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2004
Cara Utente,

direi che un riacutizzarsi della sintomatologia legata all'ernia jatale è molto probabile. Infatti periodicamente essa può far tornare a parlare di se riaffacciandosi con i sintomi. La contemporanea presenza di un colon irritabile è pure probabile (dato il periodo di stress e l'ansia di cui dici di soffrire). I consigli del collega gastroenterologo mi sembrano appropriati e ti invito a stare tranquilla circa l'eventualità di avere patologie più serie.

Molto cordialmente

Dr. Carlo Pastore
Dr. Carlo Pastore
www.ipertermiaitalia.it