Utente 913XXX
salve dottori,volevo gentilmente fare una domanda,come si elimina un calcolo al rene,c'e' bisogno per forza di interventi chirurgici,si puo' eliminare bevento tanta acqua??grazie anticipatamente per la risposta:)

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino

40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, la sua domanda andava rivolta nella sezione nefrologia o medicina interna. In linea generale comunque, la possibilità di eliminare un calcolo renale dipende fondamentalmente dalla sua grandezza, forma, composizione, sede anatomica occupata, terapia svolta (tutti elementi di cui lei non ci rende edotti).
Cordialmente,
Dr. Vincenzo MARTINO

[#2] dopo  
Utente 913XXX

mi scusi se ho sbagliato sezione,cmq il mio calcolo e' 8 mm

[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Martino

40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,le dimensioni del calcolo da lei indicato, risultano compatibili tanto con una terapia diuretica (ossia bevendo almeno 2-3 litri d'acqua oligominerale al giorno), sia con una eventuale terapia litotrissica (bombardamento ultrasonico renale). Tuttavia non precisando sede e composizione del calcolo non è possibile indicarle il giusto iter terapeutico.
Saluti
Dr. Vincenzo MARTINO

[#4] dopo  
Utente 913XXX

davvero???cm sn contenta grazie mille egregio dottore,cerchero' di bere tanta acqua ma come faro'ad accorgermi di non averlo piu'??Se comincio da doman che tempi ci vogliono piu' o meno per eliminre il calcolo??grazie mille e mi scusi per le troppe domande!!!

[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Martino

40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
A volte l'espulsione del calcolo risulta visibile sia per la sintomatologia dolorosa (di tipo urente) durante la minzione (con possibilità una volta espulso di "ritrovare" lo stampo del calcolo tra i liquidi biologici) sia attraverso la mancata visualizzazione dello stesso agli esami strumentali a cui Lei deve necessariamente sottoporsi nel tempo.
Auguri
Dr. Vincenzo MARTINO