Utente 132XXX
gentili dottori
a causa di dolori cronici al fianco destro, in particolare nella zona ileo cecale, e di diarrea cronica ho effettuato una colonscopia con biopsia ed è risultato: mucosa ileale sede di iperplasia linfoide.
visto che per la visita con il gastroenterologo dovrò attendere dei giorni volevo chiedervi se è una cosa preoccupante o no?potrebbe essere causata da un'infezione in atto? soprattutto, può portare a tumori maligni?
in attesa della vostra risposta vi ringrazio

[#1] dopo  
Dr. Oreste Pascucci

28% attività
0% attualità
16% socialità
MARATEA (PZ)
LAURIA (PZ)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
L'iperplasia linfoide è un aumento del numero dei noduli linfatici presenti, in questo caso, nell'intestino.Essa è sicuramente di natura benigna ( avendo fatto già un esame citologico).L'aumento dei follicoli linfatici è una forma di reazione immunitaria ad uno stimolo.Essa può essere causata da infezioni, ma anche da intolleranze alimentari (es. al glutine). In molti casi, senza una evidente causa, tende a risolversi spontaneamente.Si affidi con tranquillità al gastroenterologo.Cordiali saluti.
Dr. Oreste Pascucci
orestepascucci@virgilio.it

[#2] dopo  
Utente 132XXX

ho già fatto gli esami per la celiachia e sono negativi e sto anche seguendo una dieta priva di tutti gli alimenti a cui sono intollerante.
proprio per questo penso ad un'infezione.
per scoprirla bastano degli esami del sangue e delle feci o servono altri esami più approfonditi?
nelle ultime analisi avevo i neutrofili molto alti e i globuli bianchi un pò più alti rispetto al valore che ho di solito (ma rientranti comunque nell'intervallo di riferimento).vuol dire qualcosa?

[#3] dopo  
Dr. Oreste Pascucci

28% attività
0% attualità
16% socialità
MARATEA (PZ)
LAURIA (PZ)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Gentile utente,
l'iperplasia nodulare linfoide, spesso è presente già in tenera età, anche con lieve sintomatologia e a volte non diagnosticata subito.
Occorre del tempo perchè si riduca o scompaia se dovuta ad intolleranza alimentare e così i sintomi da lei riferiti. Se dovesse trattarsi di infezione (virale ad esempio) , le indagini sierologiche dovrebbero trovarla, dico dovrebbero. Lei avrà svolto anche gli esami chimico -fisici e microbiologiche delle feci, naturalmente, insieme al dosaggio delle immunoglobuline ( IgA,IGg, etc) e degli "autoanticorpi" ( se presenti, naturalmente).Comunque dopo opportuna dieta e terapia "sintomatica" per gli altri disturbi, dovrebbero sicuramente ridursi.Se questi sintomi ( diarrea, dolore etc) li ha da tempo ed è la prima volta che i neutrofili siano risultati alti, non credo sia dovuto a questo. Aspetti qualche tempo e magari la dieta avrà un suo effetto.Comunque il gastroenterologo saprà sicuramente darle ulteriori informazioni, consigliarle ulteriori indagini etc. Rimango a sua disposizione. Cordiali salute
Dr. Oreste Pascucci
orestepascucci@virgilio.it

[#4] dopo  
Utente 132XXX

grazie per la sua disponibilità e cordiali saluti