Utente 148XXX
Sono una donna di 61 anni, in menopausa da oltre 10 anni. Per i primi due anni sono stata in TOS, poi sospesa su suggerimento del mio medico curante. Dopo 7 o 8 anni d’inferno ho ripreso la TOS con dosaggio minimo, dopo aver fatto tutti gli esami del caso. Sono tornata a nascere! I sintomi ci sono ancora, non si sono azzerati e anzi come viene la bella stagione aumentano un po' in frequenza ed intensità.... ma tutto più accettabile, rispetto agli anni scorsi non c'è paragone! Di notte dormo e sono RINATA!
Ora però ho un altro problema che vorrei affrontare. Gradatamente ho avuto un calo di desiderio che, in questi ultimi anni, è diventato quasi un CROLLO! Non ho il coraggio di parlarne con il mio nuovo ginecologo. Si sono fatti degli studi per trovare rimedi per l'uomo. Per la donna non so. Sembra azzardato parlarne, si crede che la donna ad una certa età non possa e non debba più aspettarsi certe cose, che tanto non sono indispensabili ad i fini dell'atto sessuale in sé... Personalmente non lo credo giusto: vorrebbe dire rassegnarsi ad un uso passivo del proprio corpo da parte del compagno. Ma se il compagno è una persona sensibile e vuole bene alla sua donna non può accettare che questa durante l'atto non partecipi oppure che finga.... (inoltre è molto difficile fingere sempre.... qualche volte viene di accampare scuse e rifiutarsi, oppure si accetta per amore del compagno... ma dopo rimane un certo "magone"...) Insomma, io ce la metto tutta, ma alla lunga sento che questa situazione rischia di compromettere l'armonia del nostro rapporto.
Ecco cosa sono qui a chiedere: esiste qualcosa per favorire il desiderio sessuale nella donna anche se non è più giovane? Per il resto sono in buona salute.
Un saluto cordiale ed un grazie di cuore per la risposta che gentilmente mi potrete dare.
M.A.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Lascio ovviamente libero spazio ai colleghi di questa area
per rispondere al problema che legittimamente Le sta a cuore. Concordo con Lei che la qualità della vita sia un problema prioritario su tutto il resto.

Tenga comunque conto anche di alcune considerazioni, riguardo alla sorveglianza ed alla prevenzione, che continuiamo a fare in altri post come in quello recentissimo allegato

https://www.medicitalia.it/02it/consulto.asp?idpost=140157


Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 148XXX

Grazie Dottor Catania per la risposta.
Ho letto gli allegati che, come Lei dice, mettono in risalto la necessità di continui monitoraggi per una diagnosi precoce di eventuali tumori. Fu infatti per questa paura che il mio medico curante mi consigliò di sospendere la TOS che, invece, il ginecologo mi prescrisse facendomi però presente l'assoluta necessità di sottopormi con regolarità periodica a tutti i controlli: mammografia + ecografia, Ecografia Transvaginale, Pap Test, mineralometria ossea). Nella mia famiglia (3 sorelle oggi tra i 50 ed i 68 anni di età) solo mia madre ha avuto il tumore alla mammella, ma all'età di 65 anni. Poi è però morta per altre patologie di vecchiaia all'età di 92 anni. Anche in considerazione di ciò e visto che i sintomi di grave malessere che la menopausa mi ha regalato non intentevano attenuarsi, un anno fa ho ritenuto di richiedere nuovamente la TOS. E, ripeto, sto decisamente meglio in tutto, tranne che in fatto di libido!
Questo è attualmente il mio cruccio più grande in quanto sta compromettendo il rapporto col mio compagno che si vede respinto sempre più spesso.
Se qualche medico vorrà rispondere anche su questo aspetto, gli sarò molto grata.
Ancora una cosa per favore, il farmaco che assumo è il Femoston 1/5 conti: rientra per caso in quei trattamenti "...associazioni con progestinici di sintesi..." sconsigliati per lunghi periodi? E cosa si intende per lungo periodo? Io tra un po' compirò 62 anni...
Un cordiale saluto e grazie ancora! M.A.

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Ne discut comunque con il suo ginecologo
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com