Utente 303XXX
Buonasera! Mio nonno di 87 anni, sei mesi fa è stato colpito da un ictus. Questo ictus, gli ha causato la deambulazione, non riuscendo più a camminare, è da sei mesi a letto. Naturalmente, come tutti gli stati di allettamento, si sono presentate le piaghe da decubito nella zona sacrale, e alle gambe. Il lato sinistro che sei mesi fa è stato colpito dall'ictus, ha scarso circolo, comunque, lui segue una terapia di clexane 4000, essendoci poco circolo, le piaghe da decubito alla gamba, sono andate in necrosi, l'infermiere dell'Asl, oggi ha tagliato la parte tissutale morta. nel tardo pomeriggio di oggi, mio nonno ha presentato febbre a 37,6, anche se tendenzialmente, ha la febbre cerebrale, che viene, e va. Secondo voi, da cosa è dipesa questa febbre improvvisa? E' necessario amputare la gamba?

[#1] dopo  
Dr. Salvatore Bartolotta

24% attività
0% attualità
12% socialità
CALTANISSETTA (CL)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
Gentile Signore è davvero difficile a distanza esprimere un parere.

La febbre potrebbe essere legata alla recente "toilette chirurgica" delle piaghe.

La valutazione se sia necessario amputare la gamba non può certo essere fatta a distanza.

Le consiglio di rivolgersi a uno specialista che potrà visitare di persona il Nonno e decidere la strategia più opportuna.

Dr. Salvatore Bartolotta