Utente 223XXX
Gent.mi dottori,a mio padre ultraottantenne è stato aspirato liquido dal ginocchio che si era formato molto probabilmente a causa di una caduta.In rete ci sono pareri contrastanti.Alcuni dicono che sia giusto aspirarlo altri no e che tende a riformarsi.Qual'è il vostro parere?Subito dopo l'aspirazione gli son stati prescritti Augmentin 875 mg +125 1 compressa per due volte al dì per 4 giorni.Ranitidina 150 mg medicinale equivalente 1 compressa per 18 giorni e Flantadin 30 mg 1 compressa per 2 volte al dì per 3 giorni,poi 1/2 compressa per 2 volte al dì per 5 giorni,1/4 compressa per 2 volte al dì per 5 giorni ed infine 1/4 una sola compressa al dì per 5 giorni.I miei dubbi riguardano la Ranitidina ed il Flantadin.La Ranitidina quanto tempo prima dalla colazione e quindi dalla prima compressa è meglio assumerla?Per il Flantadin gli è stato consigliato come orario 8-16.L'orario di un cortisonico nei diversi giorni può variare e quante ore devono trascorrere tra una compressa e l'altra?Necessariamente 8? È vero che è meglio non superare le 16 ore?
Grazie sin d'ora per le vostre risposte.

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Aisa

20% attività
8% attualità
0% socialità
PERUGIA (PG)

Rank MI+ 28
Iscritto dal 2018
La prescrizione mi sembra corretta,la ranitidina può essere somministrata anche di sera,gli orari della somministrazione del cortisonico dovrebbero essere rispettati con lo scarto di pochi minuti
Dr. Giovanni Aisa

[#2] dopo  
Utente 223XXX

Chiedevo un vostro parere sull'aspirazione del liquido e se pratica consigliata oppure no.Poi chiedevo anche un parere su Ranitidina e quanto tempo prima della colazione e quindi della compressa è giusto assumerla?Ed infine sul cortisonico Flantadin è prassi assumerlo ogni otto ore o è solo indicativo?È vero che comunque non si devono superare mai le 16 ore tra una compressa e l'altra?

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Aisa

20% attività
8% attualità
0% socialità
PERUGIA (PG)

Rank MI+ 28
Iscritto dal 2018
l'aspirazione del liquido è una pratica di competenza specialistica (ortopedica,reumatologica) e può avere finalità sia diagnostiche che terapeutiche,che ne suggeriscono l'indicazione Riguardo ai farmaci,Ranitidina può essere somministrata 1 o 2 volte al giorno,a seconda della situazione clinica ed anche dei dosaggi consigliati (75mg,150mg,300mg),pochi minuti prima dei pasti e senza particolari avvertenze rispetto ad altre terapie concomitanti,mentre Flantadin,che anch'esso può avere dosaggio (6mg,30mg e frazioni di queste) e posologia variabili (1,preferibilmente al mattino,o 2 volte al giorno,al mattino e al pomeriggio)sarebbe preferibilmente da assumere dopo il pasto per un potenziale effetto gastrolesivo
Dr. Giovanni Aisa

[#4] dopo  
Utente 223XXX

Gent.mo dottore grazie innanzitutto per la celerità delle sue risposte.Lei mi dice che il Flantadin sarebbe preferibilmente da assumere dopo il pasto per un potenziale effetto gastrolesivo.Mio padre assumendo comunque Ranitidina che è gastroprotettore non è protetto?Forse le è inoltre sfuggita la mia domanda.Per il Flantadin quante ore devono trascorrere tra una compressa e l'altra?Necessariamente 8 e non più di 16?È così oppure no?

[#5] dopo  
Dr. Giovanni Aisa

20% attività
8% attualità
0% socialità
PERUGIA (PG)

Rank MI+ 28
Iscritto dal 2018
Assumere il cortisonico a stomaco pieno potrebbe essere un provvedimento non necessario vista la concomitanza della terapia con Ranitidina,ma bisogna considerare i dosaggi dei due farmaci -iFlantadin è utilizzato ad alto dosaggio,Ranitidina a dosaggio intermedio- e la tollerabilità che è sempre individuale,oltre a dati anamnestici che non sono noti. Riguardo agli intervalli da osservare nella somministrazione di Flantadin,la possibilità di utilizzare il prodotto,in rapporto alle sue caratteristiche farmacologiche,anche una sola volta al giorno implica che l'intervallo di tempo fra le compresse possa raggiungere anche 24ore
Dr. Giovanni Aisa

[#6] dopo  
Utente 223XXX

Il Flantadin essendo un cortisonico andrebbe interrotto gradatamente.Possiamo evitare gli ultimi 5 giorni che prevedono 1/4 di compressa una volta al giorno?Non è ststo gia ridotto in modo corretto?

[#7] dopo  
Dr. Giovanni Aisa

20% attività
8% attualità
0% socialità
PERUGIA (PG)

Rank MI+ 28
Iscritto dal 2018
La terapia cortisonica andrebbe ridotta gradualmente soprattutto nei trattamenti di lunga durata;nel caso specifico la precauzione potrebbe essere essere quindi superflua,ma deve essere la situazione clinica attuale (disturbi riferiti dal paziente,reperti obiettivi locali come l'eventuale presenza di tumefazione,arrossamento e dolorabilità alla palpazione) a guidare nella scelta da operare.
Dr. Giovanni Aisa

[#8] dopo  
Utente 223XXX

Ed in caso assumesse anche quest'ultima trance di 1/4 di compressa 1 volta al giorno per 5 giorni che ora tra le due prescritte ci consiglia le 10 o le 18?

[#9] dopo  
Dr. Giovanni Aisa

20% attività
8% attualità
0% socialità
PERUGIA (PG)

Rank MI+ 28
Iscritto dal 2018
In caso di terapia cortisonica in monosomministrazione sarebbe opportuno assumere il farmaco al mattino per rispettare il ritmo circadiano del cortisolo che prevede un picco circa alle ore 8,seguito dal decremento dei livelli ematici dell'ormone durante la giornata e soprattutto durante la notte;per questo motivo se il farmaco dovesse essere somministrato più volte al giorno,lo schema di trattamento passa attraverso la riduzione progressiva del numero delle somministrazioni,oltre che naturalmente del singolo dosaggio,e quella del mattino è l'ultima prima della completa sospensione
Dr. Giovanni Aisa

[#10] dopo  
Utente 223XXX

Lo ha sempre assunto alle 10 e alle 18.Quindi secondo lei non è corretto assumere la compressa alle 10 in caso di monosomministrazione?Lo specialista aveva consigliato le 8 e le 16 ma per lui è più congeniale alle 10 e alle 18?Potrebbe avergli fatto male?