Complicazioni post marsupializzazione cisti bartolini

Buongiorno, il 21/8 mentre mi trovavo in vacanza in Spagna ho avuto un ascesso alla cisti del Bartolini per la prima volta, tramite consulto tel. Con il mio ginecologo mi sono sottoposta a terapia antibiotica con Augmentin, successivamente sono stata ricoverata in una clinica locale e operata con una marsupializzazione poiché a detta del ginecologo che mi ha operata era la soluzione migliore.
Ho avuto problemi sin da subito con dolore persistente dato da punti di sutura troppo stretti, una volta rientrata in Italia il ginecologo ha constatato che la ferita drenava pus, mi è stato quindi prescritto l’antibiotico Bassado per 10 giorni, alla fine della terapia la ferita non era più edematosa e meno dolente al tatto ma ha continuato a drenare fino a pochi giorni fa.
Ad oggi la sede risulta ancora un po’ gonfia e dolente al tatto, inoltre non riesco ad avere rapporti con il mio partner poiché avverto un dolore intenso proprio nel punto dell’intervento.
Mi chiedo se sia normale dopo quasi tre mesi dall’operazione avere questi sintomi dato che il ginecologo che mi ha recentemente visitata dice che la ferita è ben cicatrizzata.
Vi ringrazio molto per qualsiasi parere possiate darmi.
Lucia
[#1]
Dr. Nicola Blasi Ginecologo 40,6k 1,3k 252
Se ci sono retrazioni cicatriziali a carico della mucosa vulvare , è importante valutare la possibilità di applicare creme vulvari a base di acido jaluronico e antiflogistici .
Se persiste il fastidio/dolore si potrebbe prendere in considerazione una cura per una neuro -infiammazione locale con sostanze specifiche.

dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test