Terapia con esmya

Buonasera
Ho 47 anni
Dopo un ciclo che dura da ben 45 giorni, fasi alterne più o meno abbondante e provocato dalla presenza di un mioma uterino, la mia ginecologa ha optato per la rimozione della Iud, la sospensione di Primolut nor che mi era stato prescritto in un primo momento.
Il dispositivo è stato rimosso mercoledì sera 11 marzo e ho iniziato terapia con esmya giovedì 12 marzo.
Da ieri venerdì 13 marzo ho emorragie fortissime e continue con coagulo importante che tento di tenere sotto controllo con tranex, ma il suo effetto dura poche ore.
Vorrei sapere se queste emorragie forti possono essere causate dalla rimozione della Iud e sospensione di primolut e se eventualmente è troppo presto per sperare negli effetti della pillola Esmya.
Ho livelli di ferro bassissimi e comincio davvero a temere il peggio per me.
Per di più non so a chi rivolgermi, a causa del difficile momento che stiamo vivendo in Italia.
Altrimenti sarei già andata in pronto soccorso, se gentilmente un ginecologo può aiutarmi, almeno per sapere cosa posso fare.

Grazie
[#1]
Dr. Nicola Blasi Ginecologo 40,5k 1,3k 252
Se si tratta di uno IUD (spirale al rame) e non di uno IUS (sistema intrauterino al levonorgestrel) , sicuramente è una delle cause di flussi mestruali abbondanti , oltretutto in presenza di un nodo di mioma (sottomucoso? intramurale?) .
Prima di tutto inizierei una terapia antianemica (ferro+ folati ) e controllo con tranex .
La sospensione del primolut-nor ha giocato il suo ruolo.
Avrei consigliato una pillola estroprogestinica per poi passare all'esmya, utile per la preparazione all'intervento chirurgico e non come terapia continuativa.
SALUTI

dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2]
dopo
Utente
Utente
Dottore le specifico meglio con la scheda in mano.
Mioma sottocutoso di 38 mm
IUD jaydess rimossa

Può dirmi qualcosa di più?
Grazie

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test