Utente
Buongiorno,
il 12 Febbraio ho subito un intervento di marupializzazione alla ghiandola Bartolini sx.
Era una recidiva e la ciste era piuttosto importante come volume e infetta.
La convalescenza con relative perdite è durata due mesi pieni.
Ho effettuato una visita di controllo il 20.04 dove la specialista ha verificato la riuscita dell’intervento e la completa cicatrizzazione.
Tuttavia io avverto ancora del fastidio anche nell’usare un semplice pezzo di carta igienica e i rapporti sessuali sono molto difficili perché dolorosi.
La ginecologa che mi ha visitato sostiene che sia solo cicatrizzazione (specifico che in data 20.04 non avevo ancora ripreso l’attività sessuale e non ho potuto riferirle anche questo problema).
Mi sembra strano che dopo tre mesi io non possa avere un rapporto sessuale per il dolore che impedisce la penetrazione.
Nessuno mi aveva avvisato di questa possibilità.
Dovrò sicuramente cambiare specialista e chiedere un nuovo consulto, ma mi chiedo se sia possibile questo disagio, se una guarigione completa al 100% necessita di mesi.
Grazie per la disponibilità.

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Tutto dipende dal tipo di cicatrizzazione che si è verificata nella zona vulvare incisa per la escissione o drenaggio di un ascesso.
In questi casi creme vulvari emollienti e riparative ( come accade nelle puerpere in caso di episiotomia ed episiorrafia) potrebbero risultare utili.
Prima del rapporto è molto importante la lubrificazione con gel specifici, in quanto la ghiandola del Bartolini è deputata alla produzione di muco lubrificante, ma è stata asportata
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente
Buonasera Dott. Blasi,
e grazie per la celere risposta. Mi affiderò a un altro medico.
Un chiarimento: con la marsupializzazione la ghiandola viene rimossa? Non è solo modificata?
Grazie ancora.