Utente 118XXX
Buongiorno,
Volevo chiedere un parere riguardo un mio problema.
Il mio dentista mi ha detto che ho una leggera malocclusione della mandibola. Non è proprio una terza classe, riesco a chiudere i denti ma la mascella di sotto è più grande di quella superiore ed è 1 mm (questo mi ha detto il dentista) più avanti di quello che dovrebbe essere... In pratica i miei denti sono quasi "testa a testa" anche se mantengono una chiusura da prima classe. Esteticamente non si nota molto: quando ho la bocca chiusa o rido sembra una dentatura normale.. si nota di più quando parlo perché tendo a portare i denti inferiori in avanti nella posa della terza classe e anche leggermente deviata verso sinistra e sembra proprio che abbia la masticazione inversa. Ultimamente inoltre ho frequenti mal di testa e problemi di cervicale e il dentista mi ha detto che potrebbe essere dovuto a questo e sto usando un byte con scarsi risultati. So che in età adulta è possibile trattare questi problemi solo con l'operazione ma a parte un po' la paura, vorrei anche chiedere un consulto riguardo un'altra cosa: io ho anche una leggera scoliosi di 12 gradi c'è chi pensa che il problema dei denti e la scoliosi siano correlati quindi mi chiedo intervenendo sulla mandibola cercando di riportarla in equilibrio è possibile che anche il problema della scoliosi si attenui? O invece è possibile anche che peggiori dato che per cercare di compensare il nuovo equilibrio, essendo ormai le vertebre stabilizzate in questa posizione, potrebbe formarsi un'altra curva? Per me è molto importante che la schiena non peggiori anche perché essendo alta 1,52 un'aggravamento della scoliosi mi porterebbe dei grandi problemi estetici e psicologici.
Grazie,

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente , anzitutto bisogna distinguere fra scoliosi idiopatica grave e atteggiamento scoliotico. Sulla prima , le cui cause sono sconosciute, la componente strutturale, della quale fa parte anche la postura mandibola, é minima.
Sulla seconda é abbastanza logico, anche se non comprovabile scientificamente, che ad una mandibola "anche leggermente deviata verso sinistra" corrisponda un atteggiamento posturale compensatorio che atteggia ad esse la spina dorsale: in questi casi , chi si occupa di gnatologia, collabora volentieri con chiropratici e osteopati nel trattamento del caso, anche se non tutti concordano con questa visione del problema.
Per quel che riguarda la terza classe ritengo ben difficile dare una risposta via rete senza poter visionare il caso: dovrebbe comunque consultare anche un dentista - gnatologo - posturologo: non tutti i dentisti amano coltivare questa sottospecialità..
Le suggerirei di dare un'occhiata agli articoli linkati qui sotto, nell'ipotesi che lei possa riscontrarvi elementi di somiglianza con il suo problema.
Cordiali saluti ed auguri.

http://www.medicitalia.it/minforma/Odontoiatria-e-odontostomatologia/934/La-cefalea-che-viene-dalla-bocca

www.studiober.com/pdf/Cefalea_Otite_Cervicalgia.pdf
N.B.: dopo aver aperto il link, deve clikkare su: "continua e apri il sito

Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#2] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
La III classe è fra le malocclusioni che danno meno problematiche all'ATM.
In genere.

Quello che occorre capire è PERCHE' lei ha dolori cervicali e mal di testa.
Se è per un problema di funzionamento dell'apparato orale o se per parafunzione, come il bruxismo.
Noti che ho parlato di "problemi di funzionamento", NON di posizione dei denti.
Si può infatti essere malocclusi e ben funzionanti, e in tal caso non bisogna fare nulla, o si può anche essere normoocclusi e malfunzionanti.

Come vede la faccenda è un pò più complessa di quanto appaia a prima vista.

Il bite è una delle soluzioni possibili.
La principale, la meglio studiata.
L'altra è il GrindCare, ma solo se la sua problematica deriva da bruxismo.
E questo al momento non lo so.

Il bite non funziona.
Vede dire bite è come dire "pillola".
Ce ne sono tantissimi di tipo diverso.
Ma in realtà sono solo di due tipi: quelli che "funzionano" e quelli che "non funzionano".

Veramente impossibile dirle di più on-line, senza poterla visitare.


www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)