Utente 284XXX
Gentili Dott.
Da quasi tre anni oramai ho un problema cronica al quale non riesco trovare soluzione: un battito irregolare nell’orecchio sinistro (le hanno definite anche mioclonie) quasi come se avessi una farfalla nell’orecchio solo in certe posizioni, cioè se mi sdraio e appoggio sull’orecchio sinistro, appena mi giro di lato o mi alzo, questo rumore sparisce…ma mi lascia un indolenzimento nell’orecchio. Ho fatto varie visite: Neurologo, Neurochirurgo, Angio RM, Otorino, esame inpendenzometrico e audiometrico, RX cervicale, gnatologo e chirurgo maxillo facciale…e tutti hanno escluso problemi, tranne lo gnatologo e ch. Maxillo facciale hanno riscontrato un forte bruxismo sul lato sx e sindrome condilo meniscale da sublussazione e pertanto porto un bite da 4 mesi, ma senza miglioramenti. Oltre ai battiti e il indolenzimento post-battiti …ho un insieme di dolori al lato sinistro! Dolore dietro al padiglione dell'orecchio sx superficiale, mandibola, labbro, dentro la gola…collo sinistra, fino a giù alle costole a volte. Con l’osteopatia e la chiropratica ho riscontrato qualche miglioramento della sintomatologia. La cosa curiosa e per la quale vorrei chiedere un Vs. parere, può darsi un indizio ad un’indagine da fare…è che il rumore a battito di farfalla in posizione sdraiata sparisce se nell’altro orecchio, cioè quello “sano” metto un tappo o un dito come se non volessi sentire. Potrei stare anche sdraiata su quello “malato” e non sentire più alcun fastidio….che significato potrebbe avere? Conferma l’ipotesi che sia dovuto alla mandibola?
Spero riusciate a darmi qualche risposta, indizio, grazie intanto!
G.Isabella

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, la prescrizione di un bite, in un caso come il suo è corretta, perché il suo problema potrebbe essere sostenuto da un conflitto gfra il condilo mandibolare e le orecchie.
Tuttavia dire "un bite" é come dire "una pillola" : rappresenta un trattamento assolutamente individuale, e , come una pillola consiste nello sbocco terapeutico di una diagnosi che deve essere corretta, e corretta deve essere anche la modalità di assunzione, (e solo a queste condizioni una pillola può risolvere una patologia), così il bite rappresenta la configurazione tecnica e artigianale di un ragionamento diagnostico e di una ipotesi terapeutica formulata dal dentista-gnatologo che lo prescrive e fa realizzare: è quest’ultima, cioè la prestazione culturale che il paziente acquista, non l''oggetto artigianale che qualunque tecnico realizza in un''ora di lavoro, e che è di infimo valore venale se disgiunto dalla prima.
Se però dopo alcuni mesi di bite, portato 24 ore al giorno pasti esclusi, non si arriva ad un risultato, delle due l''una: o i suoi problemi non dipendono dall''occlusione e dall''ATM (ma ne dubito), oppure il bite potrebbe essere inadeguato, o, infine, non è stato prescritto con le caratteristiche adeguate al suo caso, forse perché i suoi problemi , in particolare quelli che riguardano l'Orecchio, non rientravano negli obiettivi.
Sul funzionanento dell''ATM può avere qualche ulteriore informazione aprendo questo link:

http://www.studiober.com/patologie/patologia-dellatm-gnatologia-classic

Ovviamente quanto sopra ha valore del tutto relativo, non potendosi avere via rete gli indispensabili riscontri di una visita diretta: è importante che il dentista al quale si rivolge sia esperto in problemi dell''Articolazione Temporo Mandibolare (ATM): non tutti i dentisti amano coltivare questa sottospecialità.
Le suggerirei di dare un''occhiata all''articolo linkato qui sotto.
Cordiali saluti ed auguri.

www.studiober.com/pdf/Cefalea_Otite_Cervicalgia.pdf
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#2] dopo  
Utente 284XXX

Gent.le Dott. Bernkopf,
la ringrazio moltissimo per la sua risposta che mi ha tranquillizzata abbastanza e mi ha aiutato a capire qualcosina in più sul mio problema! Approfitterei ancora della sua gentile disponibilità nel volermi aiutare...se quelle strane pulsazioni irregolari a battito di farfalla (e solo in posizione sdraiata sull'orecchio sinsitra), secondo la Sua esperienza potrebbero essere un sintomi di questo problema? ...e questo cessare delle pulsazioni appena metto un tappo nell'orecchio opposto, indica qualcosa...equilibrio della mandibola, pressione intracranica...? Un sintomo così strano e misterioso nella testa mi fa non poca paura, specialmente trattandosi di pulsazione = circolazione! Ho sempre l'ombra della paura di ictus...ischemie.....anche se ho fatto una RM, angio RM in questi ultimi due anni a distanza di una anno e non è sato rilevato niente...
Un'ulteriore sintomo che mi sono dimenticata di elencare e che durante la corsa, sento ad ogni passo una specie di click nella mandibola sinistra e dopodichè mi rimane indolenzimento....Secondo Lei è sempre dovuto a questa sublussazione del condilo mandibolare? Ho la buona speranza che dopo varie visite in questi anni, Lei possa darmi una mano ad avvicinarmi al problema che ho all'orecchio - mandibola...intanto La ringrazio moltissimo per il suo aiuto, oltre ai suoi colleghi se essi vogliono intervenire a riguardo!
Cord.saluti
G.Isabella

[#3] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Signora, il sintomo riferito all'orecchio é bizzarro: bisognerebbe poter vedere. Non credo che via rete si possa dire di più. Cordiali saluti ed auguri.
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#4] dopo  
Utente 284XXX

...in effetti ...è quello che mi hanno detto anche altri specialisti. Secondo Lei quale specialista, esame potrei fare per capire qualcosa in più...anche perchè al momento mi trovo che non saprei più a quale specialista rivolgermi, dato che il mio medico di base relaziona tale sintoma alla mia cervicale (una lieve protrusione tra i dischi) e mi ha raccomandato l'uso del bite, chiropratico, massaggi e attività fisica che oramai ho provato e riprovato senza miglioramenti...voglio anche dare tempo al bite e ai trattamenti...ma queste pulsazioni sono inquietanti e perdurano da oramai quasi 3 anni...ora mi ha prescritto una visita che devo fare a breve da un Neurochirugo per cefalee (avendo anche la cefalea con aura senza dolore).
Un ecocolordoppler dei vasi del collo potrebbe aiutare a capire qualcosa? una RM specifica...Spero Lei possa darmi qualche suggerimento e intanto la ringrazio in ogni caso!
Cord. saluti
G.Isabella

[#5] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Cosa significa "cefalea con aura senza dolore"?
in ogni caso, ha letto l'articolo che le ho linkato?
www.studiober.com/pdf/Cefalea_Otite_Cervicalgia.pdf

Credo che via rete, senza poter vedere il caso, non si possa dire di più.
Cordiali saluti ed auguri.
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#6] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
"gnatologo e ch. Maxillo facciale hanno riscontrato un forte bruxismo sul lato sx e sindrome condilo meniscale da sublussazione e pertanto porto un bite da 4 mesi, ma senza miglioramenti. "

Ripartiamo da qui.

Punto primo:
Una visita non può far "diagnosticare" un bruxismo, ma SOSPETTARE un bruxismo.
Per la diagnosi di bruxismo notturno occorre una MISURAZIONE STRUMENTALE.

Punto secondo:
Porta il bite da 4 mesi.
Ci sono infatti due tipi di bite: quelli che "funzionano" e quelli che "non funzionano".
Il suo è un bite che "non funziona".

Punto terzo (questo però l'ha scritto il collega):
"Se però dopo alcuni mesi di bite, portato 24 ore al giorno pasti esclusi, non si arriva ad un risultato, delle due l''una: o i suoi problemi non dipendono dall''occlusione e dall''ATM (ma ne dubito), oppure il bite potrebbe essere inadeguato"
Questa è una era e propria stupidaggine.
Se un bite non funziona, INDIPENDENTEMENTE dalle ore che viene portato, o è sbagliato il bite, o è sbagliata la diagnosi.
Ci sono gnatologi che allestiscono bite studiati per essere portati 24 ore al giorno, e altri (in realtà sono la maggioranza) che allestiscono bite studiati per essere portati solo di notte.
Dai bite che allestisco (da portare esclusivamente di notte) mi aspetto un risultato in pochi giorni.

Il bruxismo non porta una sublussazione dei condili.
Sono i problemi di movimento della mandibola che portano sublussazione.

Le suggerisco un secondo consulto gnatologico, perchè i suoi problemi avrebbero già douto essere stati risolti dopo 4 mesi.

www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#7] dopo  
Utente 284XXX

Buongiorno Dott. Formentelli,
La voglio ringraziare in primis per il Suo intervento! In effetti lo gnatologo (anzi due specialisti che ho consultato) non hanno effettuato misurazioni, ma hanno controllato la mandibola con una panoramica e manualmente toccando le due estremità della mandibola vicino all'orecchio durante il movimento apri e chiudi della bocca, constatando entrambi che a sinistra c'è un click e una sporgenza che alla chiusura della mandibola tende a spostarsi per ritornare nella sua posizione ottimale. Inoltre io noto da tempo e ho fatto presente che alla masticazione ho un enorme movimento della mandibola. Preciso poi che il bite lo porto solo di notte! ...saprebbe dirmi se ha avuto esperienze con pazienti che avevano questa strana pulsazione all'orecchio della mandibola dolente...? per la quale, preciso vorrei tanto capire se coinvolta in questo problema o se una cosa a parte e se doverla indagare altrimenti e ulteriormente...Cosa ne pensa Lei su questo ultimo sintomo e che esami potrei fare oltre consultare un nuovo gnatologo che mi faccia le misurazioni adeguate?...e a questo punto credo veramente che non mi sia stato fatto un bite adeguato al mio problema...
Grazie ancora! Cord. Saluti
G.Isabella

[#8] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Le misurazioni servono solo per porre diagnosi con certezza di bruxismo.
Sono misurazioni notturne, e in pochi le effettuano.
Per tutto il resto non sono fondamentali, e spesso inutili.
Anche una conferma di un bruxismo strumentale sospettato clinicamente potrebbe non essere determinante per risolvere il caso.
Mi scuso se l'ho fuorviata con la risposta.

Consulti un altro bravo gnatologo.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)