Utente 496XXX
Buongiorno!!

Chiedevo gentilmente un consulto per un risultato della risonanza magnetica che ho effettuato in quanto presentavo dolori alla mandibola con difficoltá ad aprire la bocca.
Il referto indica che il disco articolare della mandibola risulta dislocato anteriormente e non rientra mai al suo posto.
Se il disco non riesce a tornare al suo posto quali sono le soluzioni?
Un bite?
Se il bite non dovesse riuscire si passa automaticamente alla chirurgia o si puó anche stare sempre cosi?

Grazie!

[#1] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Difficile rispondere senza conoscere il caso clinico ed avere report.Se il disco è shiftato davanti al condilo,esisterebbe la possibilità di uno sblocco manuale e poi l'impiego di un bite particolare.Il più delle volte il disco non si ricattura,inoltre lo sblocco è una manovra ortopedica cruenta finalizzata alla ricattura e seguita dal riposizionamento mandibolare,ma secondo le vedute attuali,non da tutti peraltro condivise,in accordo con gli autori(Manfredini,Lobbezzoo e Green),assumono importanza il counseling del paziente, la mobilizzazione mandibolare dolce,la ginnastica(strechting),magari con l'uso del fisioterapista,ed il famoso bite che ha il compito a questo punto di decontrarre la muscolatura e ridurre l'edema capsulare.Il chirurgo se non vi sono gli estremi non occorre,e' sempre consigliabile un approccio conservativo.Ovviamente la gestione del caso fece essere affidata a colleghi veramente esperti in Gnatologia.

Cordiali Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#2] dopo  
Utente 496XXX

La ringrazio molto per la Sua risposta!
Mi sono recata da un gnatologo, il quale ha detto che il disco dislocato anteriormente non tornerá piú nella sua posizione.
Ho preso dei farmaci rilassanti per la muscolatura tesa e sono stata da un osteopata per fare un pó di stretching mandibolare. La bocca ora si apre nuovamente al massimo circa sui 4/4 e mezzo cm, peró sento ancora un "blocco" quando parlo o sorrido dalla parte destra, un fastidio, come qualcosa che non deve esserci.
Useró un apparecchio notturno per mantenere l'occlusione giusta.
Per avere un parere esterno: secondo lei posso rimanere con un disco dislocato?questo fastidio che presento ora sparirá?il disco si consumerá del tutto? vorrei capire se si puó rimanere cosí o il dolore sará talmente tanto che bisognerá intervenire con la chirurgia?
Grazie!

[#3] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
".......Per avere un parere esterno: secondo lei posso rimanere con un disco dislocato?questo fastidio che presento ora sparirá?il disco si consumerá del tutto? vorrei capire se si puó rimanere cosí o il dolore sará talmente tanto che bisognerá intervenire con la chirurgia?..."



Il disco potrebbe restare nella sua posizione se è li da molto tempo.Un bite con aumento della DV potrebbe distrarre il
condilo e,grazie ai legamenti posteriori,se non danneggiati,il disco potrebbe riprendere la sua posizione.Ovviamente non conoscendo il caso restiamo comunque nel campo delle ipotesi.Se il disco non recupera,comunque bite alto è necessario per decontrarre la muscolatura,eliminare il dolore e favorire uno strechting passivo,adiuvato ad una ginnastica dolce,per aumentare l'apertura.(che come accennato dipende dalla contrattura muscolare)
Questo come atteggiamento conservativo.Per la chirurgia si vedrà in futuro.
Cordiali Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#4] dopo  
Utente 496XXX

La ringrazio molto per la sua risposta.
Oltre a questo problema del disco presento anche un asimmetria scheletrica mandibolare. L osso di destra è più corto di quello di sinistra.
Non mi interessa cambiare il mio aspetto estetico, mi vado bene così, perciò non vorrei eseguire un intervento chirurgico. Lei lo consiglia per diminuire i sintomi del malfunzionamento dell ATM?

[#5] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Su quanto riferisce legga l'articolo del Collega Tonlorenzi

https://www.medicitalia.it/blog/gnatologia-clinica/1010-asimmetria-mandibolare.html

Cordiali Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#6] dopo  
Utente 496XXX

"Se l asimmetria scheletrica vera della mandibola comprende un coinvolgimento estetico bisogna ricorrere al chirurgo"...
Ciò vuol dire che bisogna ricorrere al chirurgo solamente se ci si sente "brutti"?E non per un motivo funzionale dell'atm?

[#7] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Ripeto non sappiamo se lei è un caso chirurgico o meno senza una valutazione clinica approfondita ed una CBCT del massiccio facciale,pertanto oltre l'aspetto disfunzionale di cui abbiamo trattato,e del quale mi pare si occupi il Collega Gnatologo,vale la pena di consultare anche il Maxillo per avere il quadro conpleto della situazione,che a distanza è impossibile ottenere.
Cordiali Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia