Utente 388XXX
Gentili dottori,
Dopo diversi anni di trattamenti con vari bite presento ancora dolori al lato sinistro del collo, tensione, dolore in alcuni punti del braccio e della mano, qualche volta formicolio alle dita, talvolta dolori al volto,alla tempia e dietro l'occhio.
Attualmente ho un apparecchio fisso nell'arcata superiore da 2 mesi e tra altri 2 mesi mi verrà applicato l'apparecchio anche su quella inferiore.

Quando chiudo i denti noto che l'arcata inferiore non è centrata bensì spostata verso destra rispetto ai denti dell'arcata superiore, quindi i denti non combaciano e mastico molto male e solo sul lato destro, come conseguenza ho un viso asimmetrico col mento non centrato e la mandibola più grossa a destra. Inoltre mi hanno estratto un 36 devitalizzato che secondo il dentista, poiché la corona era troppo bassa,è stato il responsabile dello "spostamento" della mia mandibola(?)

C'è modo di migliorare temporaneamente la mia masticazione e correggere la deviazione? I rialzi in composito servono a questo?
Sono quasi convinta che, finché chiudo così male, sia meglio evitare il più possibile di tenere i denti a contatto tra loro anche perché durante la masticazione sento come tirare(?) i muscoli del collo sul lato sinistro e non credo sia normale. E anche a riposo chiudere i denti è parecchio scomodo.

[#1] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Buonasera,
le ho già risposto nel consulto da lei richiesto il 19/12 e qualche anno prima un grande esperto del campo ed autore degli articoli informativi suggeriti.
Ora lei sta facendo una cura ortodontica irreversibile che è sconsigliata in caso di TMD.
Ha anche ricordato che

".....Dopo diversi anni di trattamenti con vari bite presento ancora dolori al lato sinistro del collo, tensione, dolore in alcuni punti del braccio e della mano, qualche volta formicolio alle dita, talvolta dolori al volto,alla tempia e dietro l'occhio.
Attualmente ho un apparecchio fisso nell'arcata superiore da 2 mesi e tra altri 2 mesi mi verrà applicato l'apparecchio anche su quella inferiore..."


Se dopo vari bite non ebbe alcun beneficio,avrebbe dovuto quanto meno verificare altrove(ma si è rivolta ad uno Gnatologo?)per una corretta valutazione clinica.Probabile che i bite non erano quelli adatti a risolverle la sintomatologia disfunzionale,perché un presidio terapeutico deve agire subito o in tempi brevi.
L' Ortodonzia può solo peggiorare la sintomatologia.


Poi non solo,è presente una laterodeviazione


"... Quando chiudo i denti noto che l'arcata inferiore non è centrata bensì spostata verso destra rispetto ai denti dell'arcata superiore, quindi i denti non combaciano e mastico molto male e solo sul lato destro, come conseguenza ho un viso asimmetrico col mento non centrato e la mandibola più grossa a destra...."


A maggior ragione era ed è indicato un trattamento gnatologico che a monte deve avere come cardine una diagnosi eziologica,uno studio accurato del caso,altrimenti ribaltiamo un concetto medico che prevede prima la diagnosi e poi terapia,cosa che sta attuando con un trattamento ortodontico.

"...Attualmente ho un apparecchio fisso nell'arcata superiore da 2 mesi e tra altri 2 mesi mi verrà applicato l'apparecchio anche su quella inferiore.."


Ed infine


"...C'è modo di migliorare temporaneamente la mia masticazione e correggere la deviazione? I rialzi in composito servono a questo?.."


Il modo c'è,cerchi subito un bravo ed esperto Collega Gnatologo,dalle sue parti ve ne sono diversi dei quali, per correttezza,se non privatamente,posso fare il nome.


Sui rialzi occlusali vedo che non ha le idee ben chiare.Essi sono un particolare tipo di finalizzazione terapeutica che si attua dopo aver ristabilito un corretto equilibrio occlusale in un normale rapporto mandibolo-cranico,in assenza di sintomi,e sempre sotto la guida del bite,che è la bussola che ci dà la giusta rotta di navigazione per giungere in porto.

Le aggiungo un articolo a quelli già linkati in precedenza


https://www.medicitalia.it/blog/gnatologia-clinica/821-tanti-tipi-di-bite-ai-denti-come-sceglierlo.html



Cordiali Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#2] dopo  
Utente 388XXX

Buonasera,
Grazie per la risposta.
Il dentista da cui vado è un ortodontista e occlusodontista che collabora con un posturologo.
Vorrei chiederle: i benefici che può dare un bite realizzato correttamente si raggiungono definitivamente? Mi spiego: una volta tolto il bite, ad esempio per qualche ora o per un giorno, i sintomi non torneranno?
Chiedo perché a me non sono mai spariti e sembra strano che ciò avvenga se denti rimangono sempre storti nella stessa posizione e non si incastrano quando ad esempio mastico o sto ore senza indossare il bite.

Mi sembra di aver letto qui sul sito di coni di rialzo applicati durante la cura ortodontica per evitare che i brackets delle arcate si tocchino, ma anche per guidare la mandibola in una posizione migliore. Questo uso dei rialzi sarebbe errato oppure potrebbe essere una buona proposta da fare all'ortodontista? (Lui stesso nello studio del caso me ne aveva parlato ma aveva solo detto che era per evitare di far toccare i brackets).

[#3] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
"...Il dentista da cui vado è un ortodontista e occlusodontista che collabora con un posturologo..."

Ortodontista "occlusodontista" non significa che sia esperto in Gnatologia.
Lo Gnatologo è esperto per la sua formazione culturale anche di problemi posturali spesso presenti in un TMD.


".....Vorrei chiederle: i benefici che può dare un bite realizzato correttamente si raggiungono definitivamente? ..."


Se correttamente prescritto i risultati si raggiungono definitivamente

"...Mi spiego: una volta tolto il bite, ad esempio per qualche ora o per un giorno, i sintomi non torneranno?..."

Premessa la corretta indicazione all'uso del bite,premesso che il bite sia quello giusto,se correttamente portato,una volta conseguita la corretta postura mandibolare,i sintomi non devono ripresentarsi.


".....Chiedo perché a me non sono mai spariti e sembra strano che ciò avvenga se denti rimangono sempre storti nella stessa posizione e non si incastrano quando ad esempio mastico o sto ore senza indossare il bite..."


Evidentemente il bite non è quello adatto
al caso specifico o viene utilizzato part-time



".....Mi sembra di aver letto qui sul sito di coni di rialzo applicati durante la cura ortodontica per evitare che i brackets delle arcate si tocchino, ma anche per guidare la mandibola in una posizione migliore..."


Non possono guidare la mandibola nella posizione corretta.Mi spiego:se la mandibola deve essere riposizionata, il bite deve avere una conformazione tale da creare un equilibrio occlusale bilaterale stabile ,ridare funzione,cosa non fattibile con i rialzi..."

La cosa che emerge da questo discorso è che lei, dopo vari "tentativi con bite", abbia intrapreso una terapia ortodontica come risolutiva.

Le ripeto,ma non sono io a dirlo,e lo cosideri come discorso universale,primariamente è necessario ridare funzione alla mandibola,ristabilire un corretto rapporto mandibolo-cranico, poi in assenza di sintomi si penserà a stabilizzare il risultato con ortodonzia o protesi o con overlay.Spero abbia letto attentamente gli articoli del Collega Tonlorenzi.


Cordialità
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#4] dopo  
Utente 388XXX

Gentile Dottore,
La ringrazio per i chiarimenti.
Il bite l'ho sempre indossato il più possibile, per toglierlo solo durante i pasti ma, come ha detto Lei, potrebbe non essere quello adatto.
Le posso chiedere per cortesia se sa dirmi come individuare dei veri esperti in gnatologia? Esiste un elenco di medici che posso individuare via internet?
Non abito in città e qui dalle mie parti ho trovato soltanto studi dentistici in cui la gnatologia sembra una branca sconosciuta.

[#5] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Può consultare il sito AIG (associazione italiana gnatologi) oppure cercare direttamente su Medicitalia .

Cordiali Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia