Utente 258XXX
Gentili dottori,
vorrei avere un parere in merito alle possibili controindicazioni della rimozione di un dente del giudizio, sulla base sia della letteratura medica sia della vostra esperienza professionale.
Dopo innumerevoli consulti, pareri, visite e migliaia di euro spesi (inutilmente) per provare a trovare una soluzione alla mia disfunzione dell'ATM, lo gnatologo presso il quale sono in cura attualmente e' arrivato alla conclusione che la mia occlusione non e' buona, e che quindi (oltre al bite rigido che mi ha realizzato su misura e che uso - inutilmente - da un paio di mesi) devo procedere all'estrazione di uno dei due denti del giudizio superiori.
La situazione dei miei denti del giudizio e' alquanto particolare, poiche' i due denti del giudizio inferiori sono cresciuti ruotati di 90 gradi e rimasti completamente nascosti sotto la superficie gengivale, mentre i due denti del giudizio superiori sono fuoriusciti parzialmente, entrambi con una rotazione di circa 45 gradi.
Il mio problema (di cui soffro da molti anni ormai) riguarda principalmente l'articolazione destra e i muscoli della parte destra del viso. Lo gnatologo e' dell'opinione che l'ultimo molare dell'arcate superiore sinistra non combaci bene con l'arcata inferiore e questo causi la malocclusione e una conseguente tensione muscolare nella parte destra; rimuovendo il dente del giudizio sinistro superiore, il molare adiacente si spoterebbe verso una posizione piu' ottimale e mi permetterebbe di avere una buona occlusione.
La mia perplessita' riguarda le possibili conseguenze e rischi della rimozione del dente del giudizio (che ho programmata per la settima prossima). In particolare:
- secondo la vostra esperienza, e' plausibile la sua teoria secondo la quale il molare si riposizionerebbe in maniera ottimale dopo la rimozione del dente del giudizio, permettendo una migliore occlusione?
- se il primo punto e' plausibile, quanto tempo serve affinche' il molare si riposizioni? immagino questo non avvenga in qualche giorno...
- ho letto e sentito esperienze di persone che hanno avuto scompensi e problemi successivi alla rimozione di un solo molare, che avrebbe causato spostamenti irregolari o asimmetrici dei denti. cosa ne pensate?
- il dottore mi ha assicurato che il giorno dopo staro' bene senza alcun trauma, ma so di molte persone che invece hanno riportato dolori e problemi post-estrazione per diverse settimane.
Grazie in anticipo per il vostro aiuto

[#1]  
Dr.ssa Giulia Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
8% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
SANDRIGO (VI)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2014
Buongiorno.
Raramente i denti del giudizio hanno un ruolo importante nell’insorgenza dei problemi gnatologici, anche se tutto è possibile. La loro estrazione può essere comunque di per sè spesso indicata, ma raramente porta a miglioramenti nelle disfunzioni dell’Articolazione Temporo Mandibolare (ATM).
In particolare gli ottavi superiori sono comunque i meno problematici, e solitamente l'estrazione è semplice, anche se , senza poter vedere il caso e le RX, non si può mai dire con certezza.
Cordiali saluti
Dr.ssa Giulia Bernkopf-Vicenza-Roma.
Odontoiatra, Specialista in Ortognatodonzia.Gnatologa
www.studiober.com
giuliabernkopf@bettega-bernkopf.it

[#2] dopo  
Utente 258XXX

Grazie dottoressa per la sua risposta.
Secondo lei e' plausibile che rimuovendo l'ottavo superiore, il molare adiacente si sposti e permetta come conseguenza un'occlusione migliore? se si, in quanto tempo posso aspettarmi tale spostamento, secondo la sua esperienza?
E' possibile che tale rimozione possa causare uno sbilanciamento dei denti dell'arcata superiore?
Grazie,
Saluti