Utente 161XXX
Salve! A volte capita che quando ho un rapporto vaginale con la mia Donna in posizione con penetrazione da dietro, e lei è molto lubrificata, ho l'eccittazione di penetrarla nell'ano. Lei è disponibile a questo, ma quando usiamo il profilattico e il lubrificante non riusciamo perchè è troppo meccanico e si perde il momento.
Premetto che non usiamo preservativi per i rapporti vaginali, quindi cosa potremmo contrarre se la penetrassi analmente senza penetrazione?
Vi ringrazio anticipamente, cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Gentile Signore,

"cosa potremmo contrarre se la penetrassi analmente senza penetrazione?"
avrà voluto dire "senza protezione"?

Il rapporto sessuale senza profilattico, sia quello anale che quello vaginale, è a rischio di contagio di malattie sessualmente trasmissibili (MST), tra cui l'infezione da HIV, la sifilide, la gonorrea, il papilloma virus.

Se il suo partner è fisso e non è portatore di alcuna malattia e se anche lei non è portatore di alcuna malattia e nessuno di voi due ha rapporti sessuali con altre persone, non c'è nessun rischio.

Storia dell'AIDS
https://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=119197

modalità trasmissione HIV
https://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=58099

Cordiali saluti
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it

[#2] dopo  
Utente 161XXX

SALVE, HA DEDOTTO GIUSTO, HO SBAGLIATO A SCRIVERE, INFATTI INTENDEVO SENZA PROTEZIONE. LA RINGRAZIO PER LA RISPOSTA, MA LA MIA DOMANDA, FORSE ESPRESSA MALE, RIGUARDA I POSSIBILI PROBLEMI CHE IO POTREI CONTRARRE PENETRANDO LA MIA PARTNER ANALMENTE SENZA PROTEZIONE, SE RISCHIO INFEZIONI ALLE VIE URINARIE E/O ALTRO, CON QUALE PERCENTUALE, CON QUALE GRAVITA', SE E' POSSIBILE LA GUARIGIONE E IN QUANTO TEMPO. LA MIA PARTNER HA AVUTO "L'EPATITE C" , 2 ANNI FA'(NON ABBIAMO CAPITO COME SIA STATA CONTAGIATA, IN QUANTO CI CONOSCIAMO E SIAMO PARTNER FISSI DA QUASI 5 ANNI) HA EFFETTUATO LA TERAPIA CON SUCCESSO E NEL MINOR TEMPO, RISULTANDO 1 ANNO FA' NEGATIVA AGLI ESAMI. INFATTI, COME GIA' DETTO ABBIAMO RAPPORTI ORALI E VAGINALI SENZA PROTEZIONE. LEI NON PRENDE NESSUN CONTRACCETTIVO, PERCHE' IO HO FATTO LA VASECTOMIA.
IN ATTESA DI UNA VOSTRA CELERE RISPOSTA VI RINGRAZIO.
CORDIALI SALUTI.

[#3] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
mi scusi, giacchè è in tempo per la modifica
per cortesia tolga lo STAMPATELLO
che è di difficile lettura.
Grazie.
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it

[#4] dopo  
Utente 161XXX

Salve, ha dedotto giusto, ho sbagliato ha scrivere, infatti intendevo senza protezione. La ringrazio per la risposta, ma la mia domanda, forse espressa male, riguarda i possibili problemi che IO potrei contrarre penetrando la mia partner analmente senza protezione, se rischio infezioni alle vie urinarie e/o altro, con quale percentuale, con quale gravità, se è possibile la guarigione e in quanto tempo. La mia partner ha avuto "EPATITE C" , 2 anni fa’ (non abbiamo capito come sia stata contagiata e quando, in quanto ci conosciamo e siamo partner fissi da quasi 5 anni) ha effettuato la terapia con successo e nel minor tempo, risultando 1 anno fa’ NEGATIVA agli esami. Infatti, come già detto abbiamo rapporti orali e vaginali completi senza protezione. Lei non prende nessun contraccettivo, perché io ho fatto la “VASECTOMIA”.
In attesa di una vostra risposta vi ringrazio.
Cordiali saluti.

[#5] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
grazie per avere riscritto senza lo stampatello.

Se la sua partner è sieropositiva per HCV, il rapporto anale non protetto la espone a questo contagio; è meno frequente del contatto col sangue, ma succede.

Le infezioni urinarie sono sempre possibili, perché le feci sono composte per l'80% del loro peso da Escherichia Coli; questo batterio è utilissimo nell'intestino, ma se va a finire in vescica attraverso la via uretrale causa cistiti fastidiosissime e difficili da eliminare.
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it

[#6] dopo  
Utente 161XXX

La ringrazio, ma sono confuso. Storia della mia partner:

APRILE 2006
HBsAg : Negativo
ANTI HCV : POSITIVI
HIV 1-2(antigene p24/anticorpi) : Negativo

SETTEMBRE 2007
HCV PCR qualitativa : POSITIVO metodo:RT-PCR
HCV GENOTIPO : 1b ; metodo : LiPA
HCV RNA quantitativo : 6.200U.I./ml ; metodo: Branched DNA

MARZO 2008 affetta da ECA C
Piano terapeutico: PEG-INTRON PENNA da 80mg 1 volta la settimana s.c + RIBAVIRINA cps 200mg 2+2 cps al giorno.
Durata prevista trattamento: 24 settimane.

APRILE 2008
HCV PCR qualitativa : Negativo

AGOSTO 2008
HCV PCR qualitativa: Negativo
Anti HCV : POSITIVO

MARZO 2009
HCV RNA quali/quantitativo : < 15

Dobbiamo fare delle nuove analisi?
Quali esattamente?

Attendo risposta. Grazie. Saluti

[#7] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente

Per la sua utilità e per quella di chi legge e' fondamentale asserire che un rapporto anale non protetto può esporre ad ogni tipo di infezione sessualmente trasmissibile:

anche in partner sani e' difatti possibile contrarre patologie quali balanopostiti batteriche ( http://www.latuapelle.org/rubriche/?art=15 ) anche con ceppi resistenti poiche' in quell'area esistono anche allo stato saprofiico specie batteriche in grado di produrre infezione.

Sto eccettuando ovviamente ogni altra mst

cari saluti

dott. Laino Roma
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it