Utente 201XXX
Buonasera, Sabato notte mi sono recato nel bagno della discoteca dove mi trovavo per sciacquarmi le mani e c'erano parecchie macchie di sangue (alcune parecchio evidenti) per terra, sui muri ed in giro in ambiente umido/bagnaticcio...dopo aver sciacquato le mani mi sono ricordato di avere un piccolo taglietto sul pollice della mano destra, che però mi ero fatto ore prima (mangiandomi la pelle) e che era quindi già un po' rosso scuro e penso cicatrizzato...ipotizzando che nel sangue fosse presente il virus e che qualche gocciolina di sangue sul rubinetto (di evidenti non ne ho viste però) sia stata portata dall'acqua a contatto con il mio dito durante il risciacquo, è possibile che sia avvenuto il contagio, oppure l'eventuale sangue infetto diluito nell'acqua è in concentrazione molto bassa affinché il contagio possa avvenire (magari anche con la ferita non ancora rimarginata anche se non evidentemente sanguinante)? Ho poi letto su una mia dispensa scolastica che in caso di contagio da 1 a 3 settimane dopo questo compaiono sintomi lievi riconducibili più ad un'influenza e non assegnabili all'HIV, è vero?

Probabilmente è una paranoia inutile la mia, però vorrei una conferma di tale cosa motivata da un medico, certamente più competente di me...la ringrazio attendendo risposta.

[#1] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Non ha corso alcun rischio; le modalità descritte non sono fonte di contagio
Un saluto

A. Baraldi

[#2] dopo  
Utente 201XXX

Grazie per la risposta, il motivo per cui non l'ho corso qual è, è perché il sangue perso (che era lì da poco) anche se fosse sceso con l'acqua avrebbe avuto una concentrazione minima? La cosa dei sintomi influenzali (e dolori ai linfonodi del collo) che dicevo è comunque veritiera? Così se avró sintomi tra 1-3 settimane faró il test fra 100 giorni per togliermi ogni dubbio...

Grazie mille e scusi il disturbo per queste ultime domande, ma rispondendo a queste non avró più dubbi e paranoie.

[#3] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Occorrono ferite SANGUINANTI che entrino in contatto con le mucose o con altre ferite; non ipotetiche macchie di sangue , non sangue DILUITO in acqua; occorrono concetrazioni di sangue di entità rilevante !!!! La sieroconversione poi spesso avviene senza sintomatologia o con sintomi di tipo influenzale e non sono i linfonodi del collo sintomo di sieroconversione
Un saluto

A. Baraldi

[#4] dopo  
Utente 201XXX

Ok, grazie mille per le delucidazioni: la mia ferita non era sicuramente appena fatta e quindi sanguinante e la concentrazione di sangue che possa essere venuto a contatto con la ferita è stata sicuramente minima se non nulla dato che era acqua corrente...

A questo punto non mi preoccupo più, male che vada poi con un esame del sangue di routine si vedrebbero i linfociti bassi...

Grazie di tutto e per avermi tolto il peso!!