Utente 299XXX
Buongiorno, ho un piccolo problema psicologico e continuo in maniera assillante preoccuparmi di igiene e a causa di questo sono un po' ipocondriaco.
La mia domanda era questa, sono stato leccato su un brufolo precedentemente un po grattato da me un prima (quindi un po' irritato) da un cane di 13 anni di un mio amico, è possibile prendere la rabbia in questa maniera? Grazie

[#1] dopo  
Dr. Piero Alessandro Casonato

28% attività
0% attualità
16% socialità
()

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
In italia, al momento, la rabbia non è presente,anche se è ai confini.Contro la rabbia silvestre viene fatta profilassi vaccinando gli animali selvatici mediante esche apposite.
A parte questo, gli animali affetti da rabbia ( il rhabdovirus si moltiplica nel cervello ) cambiano carattere, non riescono a deglutire,sbavano,diventano mordaci.Questo accade pochi giorni prima che muoiano.
Da quello che scrive, il cane del suo amico è tutt'altro che mordace od ostile o in cattivo stato di salute,nonostante l'età.
Magari è anche stato vaccinato.
Di solito si fa la vaccinazione antirabbica solo a coloro che sono stati morsi da animali selvatici non rintracciabili, Cordiali saluti
Dr. piero alessandro casonato

[#2] dopo  
Utente 299XXX

La ringrazio per la risposta, quindi posso stare tranquillo dottore?
Io abito nella bassa veronese , ho solo sentito che recentemente ci sono stati caso di rabbia in animali selvatici nella provincia di Belluno . Ma comunque posso stare tranquillo?

[#3] dopo  
Dr. Piero Alessandro Casonato

28% attività
0% attualità
16% socialità
()

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Vada a trovare il suo amico ed il suo cane tra qualche giorno. Se sono ancora vivi e vegeti potrà stare tranquillo.
Comunque non è il caso di essere terrorizzati in questo modo dalla leccata di un cane. Non ha pensato a tutti gli altri germi che quella leccata potrebbe avere trasmesso ?

Naturalmente scherzo, tenga presente che ci sono miriadi di germi sia dentro che sulla superficie del nostro corpo. Non ci si può sterilizzare ,sarebbe dannoso e pericoloso.

In certa misura quando tutto è in equilibrio , i germi che ci portiamo addosso rappresentano una difesa, per " competizione " con gli altri.
Cordiali Saluti.
Dr. piero alessandro casonato

[#4] dopo  
Utente 299XXX

Mi scusi se insisto, ma lei scherzava , spero, sul fatto che il cane e il mio amico siano ancora vivi e vegeti? Perché questo non è una rassicurazione molto gratificante.
Cordiali saluti

[#5] dopo  
Dr. Piero Alessandro Casonato

28% attività
0% attualità
16% socialità
()

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Certamente scherzavo. Di ben altre cose bisogna aver paura.
Non si preoccupi. Di nuovo saluti.
Dr. piero alessandro casonato

[#6] dopo  
Utente 299XXX

La ringrazio per la risposta, adesso che ci penso con un po' di calma , la leccata è avvenuta su un paio di brufoli rossi e non su ferite aperte, quindi in questo caso non credo che si trasmetta la rabbia. Ma solo con morsi oppure su saliva del cane su ferite aperte e sanguinanti.
Giusto ?
Cordiali saluti

[#7] dopo  
Dr. Piero Alessandro Casonato

28% attività
0% attualità
16% socialità
()

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
E' chiaro che se la saliva di un animale rabido viene a penetrare in una soluzione di continuo della cute ( ferita ) si ha un risultato equivalente ad un morso.
la cute integra rappresenta già una difesa .
Si sono verificati casi di rabbia contratti sembra,per via respiratoria in persone che avevano avuto accesso a grotte infestate da pipistrelli.
Ma si fa tanto per discorrere.
Ma quando,poi, è stato leccato dal cane? Magari è trascorso anche il periodo di osservazione.
Tanti saluti e non stia a preoccuparsi.
Dr. piero alessandro casonato

[#8] dopo  
Utente 299XXX

È stato giovedì scorso, comunque ritengo che un brufolo un po' arrossato non sia equivalente ad una ferita, anche perché il brufolo era lì da qualche giorno ed era secco. Penso che di bambini , ragazzi con brufoli c'è ne siano abbastanza e anche altrettante leccate simili alla mia avvengano quotidianamente e siccome il vaccino sulla rabbia non è obbligatorio, di casi simili ai miei c'è ne sono tanti.
Quindi valutando la situazione pensa che potrei stare tranquillo?
La ringrazio
Cordiali saluti

[#9] dopo  
Dr. Piero Alessandro Casonato

28% attività
0% attualità
16% socialità
()

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Ma certo, non stia più a preoccuparsi per questa cosa .
Con i più Cordiali saluti.
Dr. piero alessandro casonato

[#10] dopo  
Utente 299XXX

Buonasera dottor , volevo chiederle un consulto.
Uno dei miei hobby è andare in giro per campi e fare le foto agli animali che trovo. Con me porto il mio cane sempre.
Stamattina ho incrociato un paio di cani di cacciatori della zona che conosco e si sono un po affrontati con il mio , magari dandosi qualche morso. Niente di evidente perché non ho visto niente sangue ecc.
Li sul momento e d'istinto mi è venuto dai separarli con i piedi dando dei leggeri calci in modo che si allontanassero.
Ed è qui che sono andato in paranoia perché anche se non ho sentito morsi , ho paura che qualche cosa sia successo ugualmente nonostante avessi gli stivali e un paio di pantaloni lunghi.
Questo perché una volta a casa mi sono controllato avessi qualcosa e ho visto un puntino rosso che potrebbe essere un brufolo o una puntura di qualche insetto. Io invece immagino che sia un graffio o un segno lasciato dai cani.
Sono in cura presso uno psicologo perché sono ipocondriaco; forse questo è un'altro caso rappresentativo.
Aspetto una sua risposta per sapere cosa ne pensa.

[#11] dopo  
Dr. Piero Alessandro Casonato

28% attività
0% attualità
16% socialità
()

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Cosa Le devo dire? Mi domando questo: se Lei si leggesse qualche manuale sintetico di Medicina, una maggiore conoscenza della materia aggraverebbe i suoi problemi psicologici oppure potrebbe contribuire ad attenuarli?

A tal proposito potrebbe sentire uno degli psicologi di medicitalia,facendo presenti i suoi problemi.

Cordiali Saluti.
Dr. piero alessandro casonato

[#12] dopo  
Utente 299XXX

È evidente che se vado da uno pischiatra per curare la mia ipocondria da anni, significa che non riesco vivere a pieno la mia vita per paura di tutto oramai, tanto che il medico sta valutando il fatto di fare qualche cura farmacologica purtroppo.
Sono sempre in cerca di rassicurazione ( cosa che non dovrei perché si tratta solo di calmarmi di qualche ora e poi torna tutto come prima, anzi peggio). il fatto è che continuo a pensare a questo episodio, nonostante nel punto esatto dove ho il brufolo/puntura che mi causa ansia io ero coperto da stivale e pantalone. Sono anche a dare un'occhiata allo stivale per vedere se presentava perforature o segni. Non c'era nulla del genere e poi forse un morso l'avrei sicuramente riconosciuto. Lei dice che ci sia da preoccuparsi? Riconosco che posso sembrare ridicolo con questa domanda ma è più forte di me. Non dovrei agire sulle conseguenze ma sulla causa del mio malessere cioè l'ipocondria.
Grazie dottore.