Utente 262XXX
Gentili dottori, devo sottopormi al vaccino Epatite B in quanto mio marito è affetto da tale virus dalla nascita (Antigene Positivo trasmesso dalla madre). Siccome ho 39 anni e stiamo affrontando il percorso di fecondazione assistita, ho chiesto al medico competente della mia Asl quale vaccino potevamo fare per abbraviare al massimo i tempi di attesa. Mi ha proposto Twinrix Aduldi nella somministrazione 1, 7 , 21 praticamente in meno di un mese faccio le tre iniezioni e poi dovrei non avere gravidanze per almeno 3 mesi. Ho capito bene? Ho letto pareri discordanti in merito ai tempi di attesa... cosa mi consigliate? Vi prego di rispondermi con cortese urgenza perchè è imminente il mio appuntamento per il vaccino. Grazie per il servizio importantissimo che offrite.

[#1] dopo  
Dr. Michele Piccolo

40% attività
8% attualità
16% socialità
TORRE ANNUNZIATA (NA)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2011
gentile utente, il vaccinoTwinrix è un associazione di antiepatite A ed antiepatite B, a mio parere nel caso vostro può essere sufficiente la sola vaccinazione antiepatite B. (l'epatite A si trasmette per via fecal'orale: tramite bevande e\o alimenti contaminati) Inoltre dato che il vaccino antiepatiteB è un vaccino privo del virus anche i "tempi di attesa" potrebbero essere ridotti. Per quanto riguarda il ciclo di vaccinazione di tre dosi in 21gg tale soluzione è stata già utilizzata in passato per l'EngerixB( es. viaggiatori con poco tempo a disposizione prima della partenza), cordialità.
Dr. Michele  Piccolo

[#2] dopo  
Utente 262XXX

Gent. Dott. Piccolo,
intanto grazie per la risposta, le faccio ancora una domanda, essendomi sottoposta a Twinrix da quando ho la copertura per epatite A e B? Sto facendo il ciclo in 21 giorni.....
Grazie, saluti

[#3] dopo  
Dr. Michele Piccolo

40% attività
8% attualità
16% socialità
TORRE ANNUNZIATA (NA)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2011
gentile signora, da quanto leggo, apprendo che è in cura presso un collega ed, a tal proposito, mi piace sottolineare che il proprio curante è in genere la persona più indicata per dare risposte e chiarimenti sulle scelte terapeutiche concordate con la paziente. Comunque a titolo informativo e puramente generico, penso che si può sintetizzare così:
dopo 15 giorni circa dalla somministrazione del vaccino l'organismo inizia a produrre anticorpi IgM ( risposta rapida ma di breve durata); dopo quattro settimane inizia la produzione di IgG (anticorpi "della memoria" capaci di una protezione protratta nel tempo). Ad ogni modo il grado di difesa dalle infezioni dipende da più fattori: la quantità di anticorpi disponibili in circolo, la forza infettante e la carica infettante dell'agente patogeno. cordialità
Dr. Michele  Piccolo

[#4] dopo  
Utente 262XXX

Gent.mo Dott. Piccolo,
grazie per la precisione e la gentilezza. Cordiali saluti