Utente 510XXX
Gentili medici,
mia madre, di anni 78, il giorno 14 novembre, si è sottoposta sia al vaccino antinfluenzale sia al vaccino anti-pneumococcico. Quando l'infermiera le iniettato il vaccino anti-pneumococcico, le è uscito un po' di sangue. Nei giorni immediatamente successivi, il braccio le faceva male sia al tatto sia al movimento ma la cute appariva del tutto normale. Poi, il dolore sembrava essere passato quando, all'improvviso, si è ripresentato come nei primi giorni. Questa volta, la cute è apparsa arrossata e leggermente tumefatta: non è strano? È un fenomeno normale?
Ringraziando anticipatamente per la risposta, invio i miei più cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Michele Piccolo

40% attività
16% attualità
16% socialità
TORRE ANNUNZIATA (NA)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
gentile utente, sebbene una visita sia il modo migliore per rispondere ad un quesito clinico, penso di poterla rassicurare, almeno parzialmente, dato che gli effetti collaterali che riferisce sono abbastanza frequenti nei primi giorni successivi alla vaccinazione. Sono il segno che il vaccino stà agendo, attivando il sistema immunitario e producendo i tipici segni tipici dell'infiammazione. rossore, calore, gonfiore, dolore. La localizzazione dei fenomeni e l'autorisolutività sono l'ulteriore conferma della bontà dei fenomeni descritti, cordialità
Dr. Michele  Piccolo

[#2] dopo  
Utente 510XXX

Molte grazie dottore per la gentile risposta. La situazione del braccio di mia madre è migliorata. Infatti, il braccio le fa male poco e il rossore è andato via (la zona arrossata si è spellata).
Un cordiale saluto e grazie ancora.