Utente 163XXX
Buongiorno esperti di medici italia.
In famiglia abbiamo avuto un contagio da hcv e da allora non ho più vissuto allo stesso modo.
Ho un po' di timore in merito ad una cosa che mi preoccupa accadutami dal dentista.
In pratica mentre mi stavano lavorando su un dente, il trapano ha di colpo smesso di funzionare.
A quel punto il dentista lo ha rivolta sul vassoietto dove erano posati gli attrezzi che mi stava usando e ha provato ad azionarlo… immediatamente c’è stato un schizzo d’acqua consistente che ha bagnato tutto lo scottex che era sopra il vassoio e sul quale erano posati gli altri attrezzi che mi stava usando.
La mia domanda è la seguente:
il vassoio su cui si posano gli attrezzi non penso sia sterilizzato in quanto sullo stesso mettono della carta scottex pulita per ogni paziente.
Tuttavia ho questo timore e cioè, quando si posano su questo scottex gli strumenti che vengono usati il pezzo di carta ovviamente si sporca di sangue;
ora questo sangue dei vari pazienti potrebbe aver raggiunti in qualche modo il vassoio sottostante.
Nel mio caso lo scottex che separava i miei strumenti dal vassoio si è inzuppato di acqua la quale ha ovviamente bagnato sia il vassoio che gli i miei strumenti che poi mi sono stati usati.
Potrebbe essere plausibile che l’acqua bagnando sia il vassoio (sul quale potrebbe essere passato del sangue di altri pazienti) e ovviamente i mie attrezzi possa aver fatto da vettore e contaminare del virus hcv gli strumenti che poi mi sono stati usati?
Vi prego davvero di dirmi onestamente se sia il caso o meno di considerare questa una possibilità pericolosa e vi prego di dirmi se sono stato chiaro nell’esporvi l’accaduto.
Vi ringrazio con tutto il cuore… Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Luigi Mocci

40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VALENZA (AL)
TORTONA (AL)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Salve,
capisco i timori dovuti al caso famigliare di epatopatia, ma direi che la modalità di contagio da lei postulata è piuttosto assurda, anche perchè non c'è stato un vero e proprio contatto. Se comunque non è tranquilla, faccia pure il suo buon test HCV per tranquillizzarsi (ovviamente trascorsi 3 mesi circa dalla data del presunto contagio)

Saluti

Mocci
Luigi Mocci MD

[#2] dopo  
Utente 163XXX

Gentile dottore innanzitutto mi permetta di esternarle la mia riconoscenza.
Sono contento che ritiene la modalità da me descritta del tutto assurda...
vorrei inoltre precisare un aspetto che mi è sfuggito.
In pratica lo scottex una volta che si era bagnato, comunque non ha manifestato tracce di sangue o macchie riconducibili alla filtrazione di macchie sottostanti.
Non so se questa mia precisazione possa esserle utile dottore.
La ringrazio davvero e sarei contento di sapere cosa pensa anche considerato questo ultimo dettaglio che ho citato.
Con riconoscenza sincera la ringrazio...

[#3] dopo  
Utente 163XXX

un'ultima cosa che avevo il piacere di chiedere per evitare così in futuro di dover avere preoccupazioni è la seguente.
Ho visto che comunque durante le comuni operazioni che si effettuano sui denti, i dentisti possono toccare (con le mani comunque sporche del sangue dei pazienti) lo sgabello o la lampada, ecco ora io mi chiedo, toccando questi accessori (anche se visibilmente non vi si vedono tracce di sangue) e dopo averli toccati mettono le mani nella bocca, si può considerare una situazione di rischio epatite c tenendo presente che sono passati comunque 2 giorni nel mio caso?
Grazie, non credo di avere altre domande in merito.