Utente 520XXX
Salve,

3 mesi fa circa mi e' stata , dopo prelievo venoso, una sifilide con valori a loro dire, molto bassi:

TPHA positivo
RPV 1:2

a distanza di 1 mese dalla terapia, a loro dire, standard (3 sessioni di penicillina da 19 mln a distanza di 1 sett. dall'altra) i walori erano i seguenti:

TPHA negativo
VDRL negativo

Ho rieseguito , a distanza di 3 mesi dalla fine della terapia gli stessi esami e sono ancora negativi

Chiaramente sono contento per il risultato; so che generalmente i valori dovrebbero restare positivi per qualche anno o sempre. Come si spiega questo?

Suggerite di ripetere gli esami dopo 3/6 mesi?


Per quanto riguarda la pelle, confermo che non ho mai avuto lesioni. L'unica cosa che tuttora ho, sono alcune piccole chiazze rosse che fanno prurito, 1 sulla pianta del piede e 2 in zona inguinale , che associo al fatto di andare in piscina dove forse l'ambiente non e' molto igienico. durano 1/2 mesi e poi, complice una crema antibiotica che applico, se ne vanno lentamente, a volte dopo recidive.

Possono essere riconducibili alla sifilide?

Grazie

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Sicuramente utile la ripetizione degli esami a 3 e 6 mesi.

Cari saluti
Dott. Luigi LAINO
Dermatologo e Venereologo
malattie sessualmente trasmissibili, Roma

Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 520XXX

Grazie per la pronta risposta ma vorrei anche sapere se e' comune che i test siano negativi dopo 3 mesi dalla cura; non e' che forse la diagnosi era sbagliata ?

[#3] dopo  
Utente 520XXX

...ed ancora (ultima domanda)...posso riprendere una normale vita sessuale senza il rischio di fare del male alla persona che amo?

Grazie

[#4] dopo  
Dr. Alessandro Benini

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
8% attualità
16% socialità
OSTRA (AN)
SANTARCANGELO DI ROMAGNA (RN)
FANO (PU)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
Caro Utente,quello che le chiedo è se chi ha eseguito gli esami è il medesimo laboratorio ed il medesimo tecnico in quanto la lettura è influenzata da fattori soggettivi( es. per un tecnico può essere +++,mentre per un altro ++) non ha tutti i torti,che forse il primo esame effettuato possa essere un falso positivo,ma la negativizzazione del TPHA si ha ,anche se non costantemente,in caso di sifilide trattata precocemente e guarita,dopo la TPHA resterà positiva pertanto in accordo con il collega Laino le consiglio la ripetizione degli esami a 3 e 6 mesi.
Cordiali Saluti
Dr.Alessandro Benini
Dr.Alessandro Benini
Dirigente Medico Centro Grandi Ustionati
Osp."M.Bufalini" Cesena

[#5] dopo  
Dr. Alessandro Benini

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
8% attualità
16% socialità
OSTRA (AN)
SANTARCANGELO DI ROMAGNA (RN)
FANO (PU)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
Può riprendere la sua normale vita sessuale con tranquillità
Cordiali Saluti
Dr.Alessandro Benini
Dirigente Medico Centro Grandi Ustionati
Osp."M.Bufalini" Cesena

[#6] dopo  
Utente 520XXX

Gentile dott. Benini

il primo check-up a distanza di un mese dalla cura ed il secondo, a distanza di 3 mesi, sono stati effettuati da 2 laboratori differenti...
grazie , ripetero' gli esami ogni 3 mesi per almeno 1 anno ancora.

[#7] dopo  
Dr. Alessandro Benini

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
8% attualità
16% socialità
OSTRA (AN)
SANTARCANGELO DI ROMAGNA (RN)
FANO (PU)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
Grazie per la risposta, pertanto i sospetti di un primo falso positivo,possono essere fondati,ci tenga comunque fondati
Saluti
Dr.Alessandro Benini
Dirigente Medico Centro Grandi Ustionati
Osp."M.Bufalini" Cesena