Utente 218XXX
Gentili Dottori vi ringrazio per questo servizio. Vi racconto l'episodio che mi è successo ieri sera: con una ragazza ho effettuato masturbazione reciproca e poi un rapporto vaginale protetto.
A fine del rapporto ho sfilato il preservativo(integro) e non mi ricordo se con le mie mani ho sfiorato il mio pene. Vorrei sapere a tal proposito se il liquido femminile , per essere potenzialmente contagioso, deve essere visibile oppure no.
Dopo mi sono soffiato il naso con un altro fazzoletto, dopo molti minuti e dopo aver guidato il motorino potrei (non mi ricordo precisamente) essere entrato a contatto attraverso le mani con i miei occhi oppure il naso. Sicuramente dopo tanti minuti , come minimo 10 minuti.
Vorrei sapere se questi contatti sono a rischio, se il fattore tempo è determinante, cioè per quanto le miei mani (con liquido vaginale non visibile) siano potenzialmente contagiose.
Grazie di cuore

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Non appare come rapporto a rischio.
Ogni evento particolare (lesioni muco cutanee genitali) dopo rapporti promiscui deve essere determinato con il Dermovenereologo

Saluti
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 218XXX

Grazie per la sua risposta immediata. le volevo chiedere soltanto una cosa di carattere più generale, il virus all'aria quanto sopravvive?? per quanto è contagioso??
inoltre oggi, osservando il mio pene ho notato un minuscolo puntino rosso sul glande, non so se lo avevo di già oppure no. è significativo??
Grazie ancora

[#3] dopo  
Utente 218XXX

gentile dottore mi può rispondere.
Grazie mille