Utente 601XXX
Salve, ho scritto qualche giorno fa per avere alcuni chiarimenti riguardo la mononucleosi e oggi ne vorrei degli altri.

Ormai sto subendo gli strascichi della Mononucleosi da poco più di un mese e ancora mi sembra che non ne voglia sapere di andarsene.

Verso le 5:30 del mattino mi si forma un nodo allo stomaco e un senso di nausea.
Da quel momento non riesco a dormire quasi per niente e se ci riesco comunque è un sonno molto disturbato. Questo perché alla comparsa del senso di nausea si accompagna anche una sensazione di freddo peraltro ingiustificata (mi copro moltissimo ma non sortisce effetto).
Tengo a precisare che in condizioni di salute normale ho una buona resistenza al freddo.

Quando finalmente mi alzo verso le 7 mi sento come se la notte non avessi dormito per niente, molto stanco, spossato, un pò rintontito e con quel senso di nausea che mi provoca uno stato di depressione.

Durante la mattinata il senso di nausea diminuisce facendomi sentire decisamente meglio, anche dal punto di vista emotivo, ma poi ritorna a sprazzi durante diversi momenti della giornata.

Il senso di rintontimento permane durante tutto il giorno, ma la cosa che mi provoca più fastidio è proprio il senso di nausea, in se il rintontimento non è grave.

Verso sera, prima di andare a letto, mi sento un pò meglio.

E' una situazione particolare, perché quando mi sento meglio guardo ai momenti in cui stavo peggio (tipo la mattina) con incredulità, non riesco a credere che i quei momenti stavo così male, poi al contrario quando sto male vedo tutto nero e non mi pare possibile di poter stare meglio, come se fossi destinato a vivere male per sempre.

Oltre a questo si aggiunge una cosa strana che mi succede la notte, la prima volta mi è successa ancor prima che mi ammalassi di Mononucleosi, un mese o qualcosa di più prima.
Se mi dovesse capitare di alzarmi dal letto per andare in bagno in un orario compreso fra mezzanotte e l'una mi viene un colpo di freddo e tornando a letto, anche coprendomi pesantemente, inizio a tremare via via sempre più convulsamente, è come se non riuscissi a carpire del calore dalle coperte. Questi fenomeni di tremolio durano fra i 10 e 30 minuti, al termine dei quali mi sento molto spossato. Durante il tremolio avverto nausea, nel momento in cui il tremolio inizia a cessare avverto anche un brontolio proveniente da intestino e stomaco.
Ad esempio anche questa notte mi sono alzato proprio in quella fascia oraria, tornando a letto ho avuto la chiara sensazione che mi stesse per iniziare uno di questi attacchi di tremolio, mi sono sforzato enormemente ad ignorare il freddo che sentivo anche sotto le coperte, per quasi mezz'ora mi sono concentrato per non darla vinta a questa sensazione di freddo e di malessere. Dopo sono crollato e mi sono addormentato.

Per ora sto in cura presso un medico omeopata che mi ha prescritto Elaps (5 gocce) la mattina e Silicea1 stessa dose la sera.
Inoltre prendo anche delle pillole al Ginseng secondo le dosi riportate sulla confezione per aiutarmi durante il giorno.

Volevo quindi sapere per quanto tempo ancora è previsto che mi ritrovi in questa situazione che ha di molto abbassato la qualità della mia vita.

Grazie

[#1] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Gentile paziente le malattie monocitiche, sopratutto da EBV e da CMV possono dare sintomatologia molto a lungo. In modo particolare i rialzi termici ed il senso di malessere(anche un anno). Le consiglio per valutare la guarigione sierologica di eseguire IgM e IgG per EBNA. Condivido i rimedi che le hanno prescritto.
Marcello Masala MD
Marcello Masala MD

[#2] dopo  
Utente 601XXX

La ringrazio di cuore per la risposta, se ci vuole così tanto allora mi rassegno (in senso positivo) ad aspettare la guarigione...

Mi preoccupo tanto perché sono in balia di un continuo altalenare di stati di miglioramento e peggioramento e tirando la media del mio stato di salute non è che ho visto molti miglioramenti.

Magari mi faccio una settimana che sembra che la sto per scampare e magari la settimana dopo sto un pochino peggio.

Oltretutto non sono una persona molto apprensiva per il mio stato di salute e devo dire che questa mia ansia preoccupa sia me che i miei familiari che sono abituati a vedermi stoico e menefreghista verso gli acciacchi che mi vengono.

Se lei mi dice che è così che funziona la mononucleosi allora ho poco da preoccuparmi, oltretutto ho sentito da persone che conosco che altri amici loro l'hanno avuta e l'hanno passata anche con più sofferenza...

Mi sono ripromesso che quando mi sarò ristabilito completamente vorrei scrivere delle risposte a questi thread aperti perché cercando su internet casi simili al mio spesso mi è capitato di imbattermi in persone che facevano domande simili alle mie ma poi non scrivevano più in seguito, quindi non si capisce se sono guariti, quando sono guariti, etc.

Grazie ancora per la sua risposta.

[#3] dopo  
Utente 601XXX

Dr. Masala, le vorrei fare un'ultima richiesta, ho letto che l'immunità alla mononucleosi è data dalla comparsa di un determinato anticorpo (mi pare sia proprio l'IgM o l'IgG).

Siccome mi è stata asportata la milza quando avevo 9 anni e le tonsille quando avevo 12 anni (e so che sono degli organi preposti alla produzione di molti anticorpi) il mio organismo potrebbe avere qualche difficoltà a creare questa immunità?

Grazie ancora

[#4] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
L'immunità per EBV è data dall'IgG EBNA, ma si instaura senza problemi anche negli splenectomizzati.
Marcello Masala MD

[#5] dopo  
Utente 601XXX

La ringrazio molto per la risposta, ora sono più tranquillo.

[#6] dopo  
Utente 601XXX

Volevo avere un delucidazione riguardo i valori dati dalle analisi effettuate.

Queste sono le prime analisi fatto per scovare la mononucleosi:

25/02/2008:
Proteina C Reattiva 23,40 (rif 0-5)
Virus Epstein-Barr VCA IgG >750 (Negativo <20 Positivo >=20)
EBNA IgM < 10 (quindi negativo)

Inoltre il 12/02/2008 avevo fatto altre analisi tra cui alcune riguardanti il fegato e la sideremia:
GOT/AST 25 (rif 15-37)
GPT/ALT 65 (rif 10-65)
Gamma-GT 69 (rif 15-85)
Sideremia 93 (rif 59-158)


Ho ripetuto le analisi la settimana scorsa, il 05/05/2008:
Proteina C Reattiva 26,70 (rif 0-5)
Virus Epstein-Barr VCA IgG >750 (Negativo <20 Positivo >=20)
EBNA IgM < 10 (quindi negativo)
GOT/AST 17 (rif 15-37)
GPT/ALT 53 (rif 10-65)
Gamma-GT 54 (rif 15-85)
Sideremia 65 (rif 59-158)

A parte il fatto che caso ha voluto che il giorno stesso delle analisi mi è venuto un forte mal di gola e il giorno dopo la febbre a 38 (durata un giorno) e qui si spiega la Proteina C Reattiva alta, però quello che mi colpisce è che dopo oltre 2 mesi il valore IgG non è calato per niente (mentre i vari valori del fegato sono un po’ calati).

Volevo sapere, mi dovrei preoccupare, oppure, come mi sembra di capire, il 750 sia una sorta di cappello visto che è preceduto dal segno >, nel senso, è un valore più alto di quello indicato ma non è misurabile.

In questo senso potrebbe significare che fra le prime analisi e le seconde potrebbe esserci stato un miglioramento ma essendo il valore rimasto oltre il cappello non è dato di saperlo.

Il mio stato di salute comunque, anche si in maniera altalenante in una sorta di tre passi avanti e due indietro, un pochino è migliorato, cosa importante le crisi di tremolio notturno è da diverso tempo che non vengono più.

Permane comunque una certa debolezza, ad esempio ho provato a gonfiare una sorta di busta per piscine vinta ad una pesca, simile ai salvagenti per bambini, con la valvola, ma dopo un paio di tentativi ho lasciato perdere che mi girava la testa.

Vi ringrazio anticipatamente per il vostro aiuto.

[#7] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Gentilissimo paziente le IgG rimangono elevate in genere tutta la vita; l'anticorpo IgG EBNA indica la guarigione poichè è quello che risulta protettivo. Le consiglio di ripetere la PCR, VES ed emocromo, poichè i valori che riporta sono di fatto tipici di un fatto acuto di rilievo. L'alterazione epatica visto il peso corporeo che lei riporta può essere legata anche ad una condizione di steatosi.
Marcello Masala MD

[#8] dopo  
Utente 601XXX

Mi scuso se ho aperto un nuovo Consulto ma per sicurezza, non vedendo risposta, l'ho aperto.

Le volevo chiedere:

> Le consiglio di ripetere la PCR, VES ed emocromo

PCR e VES ora non so cosa siano di preciso, comunque non molto tempo fa ho ripetuto le analisi per controllare trigliceridi, colesterolo e compagnia bella perché verso la fine del 2007 li avevo un pò fuori misura, in quelle analisi i valori erano rientrati tutti nei limiti.

> poichè i valori che riporta sono di fatto tipici di un fatto acuto di rilievo

Cosa intende con questa affermazione?


Comunque, avendo le igG alte oltre misura ma le igM negative significa che la fase acuta è passata?

La igG rimarrà sempre così alta (oltre 750) o scenderà prima o poi?

Ancora ho problemi di astenia e malfunzionamento intestinale oltre a una costante sensazione di leggero fastidio alla bocca dello stomaco, uno strascico che ha lasciato la nausea che avevo i primi tempi; queste sensazioni me le dovrò tenere ancora a lungo?

C'è un modo per accelerare la guarigione completa, non so, un certo tipo di alimentazione o attività fisica o quant'altro?

Purtroppo non sentirsi in una condizione di salute normale così a lungo mette a disagio, soprattutto pone interrogativi sul fatto che varie sensazioni possano dipendere anche da altre cause oltre la mononucleosi perché sembra assurdo dover stare in questo stato per così a lungo.

Vorrei fare altri esami o cosa simili ma penso che le mie siano solo preoccupazioni inutili al momento e dovrei aspettare, ma ogni volta che mi sento un pochino peggio ci ripenso...

Grazie ancora per la risposta.

[#9] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Gentile paziente VES, emocromo e PCR sono comuni esami del sangue che si devono fare per verificare l'andamento di un fatto infettivo. Le consiglio di ripetrli poichè la PCR che riporta(26) è molto elevata. Ripetere gli anticorpi non è molto indicativo per l'andamento della malattia, poichè il malessere non è dato da un effetto citopatico diretto del virus, ma da un disturbo dei linfociti e dell'immunità correlata all'infezione. Ripetere le IgG EBNA se non le ha eseguite può essere utile.
Marcello Masala MD

[#10] dopo  
Utente 601XXX

La PCR effettivamente è molto strana, praticamente non scende sotto i 23 dalla fine del 2007, quando ho fatto un emocromo più che altro per controllare colesterolo e trigliceridi.

Sia il mio medico curante che l'omeopata mi hanno detto che è significativo di un'infezione in atto, ma ormai oscilla fra i 23 e i 26 da 6 o 7 mesi, ma potrebbe essere anche di più visto che alla fine del 2007 già era oltre i 25 quando me ne sono accorto.

Da cosa può dipendere una PCR così alta che non accenna a diminuire?

Grazie ancora

[#11] dopo  
Utente 601XXX

Guardi, per facilitarle l'analisi del mio caso ho catalogato le analisi che ho fatto dalla fine di novembre ad oggi, così almeno può farsi un'idea.

Sostanzialmente l'unico valore (a parte le IgG VCA) che non è mai sceso è proprio il PCR.


28/11/2007:
Azotemia 31 (rif 15-50)
Creatinina 1,08 (rif 0,5-1,2)
Uricemia 10,3 (rif 3,5-7)
Colesterolo 271 (<200 ott 200-239 b.l. >240 high)
Trigliceridi 168 (rif 55-175)
Sideremia 51 (rif 59-158)
GOT/AST 21 (rif 15-37)
GPT/ALT 60 (rif 10-65)
Gamma-GT 57 (rif 15-85)
CPK 137 (rif 35-232)
Elettroforesi proteica totale 7,8 (rif 6,4-8,2)
Esame Emocromocitometrico (ho lasciato solo gli anormali):
WBC/Globuli bianchi 11,0 (rif 4,5-10)
HGB 13,6 (rif 14-18)
PDW 15 (rif 15,5-17)
Proteina C Reattiva 27,80 (rif 0-5)

12/02/2008:
Uricemia 8,2 (rif 3,5-7)
Colesterolo 183 (<200 ott 200-239 b.l. >240 high)
Trigliceridi 88 (rif 55-175)
Sideremia 93 (rif 59-158)
GOT/AST 25 (rif 15-37)
GPT/ALT 65 (rif 10-65)
Gamma-GT 69 (rif 15-85)
Proteina C Reattiva 22,30 (rif 0-5)

25/02/2008:
Proteina C Reattiva 23,40 (rif 0-5)
Citomegalovirus IG G Assenti
Virus EPSTEIN-BARR:
VCA IgG >750 (<20 neg => 20 pos)
EBNA IgM <10 (<20 neg 21-40 dub =>10 pos)
ESAME COLTURALE:
Tampone faringeo: flora saprofita
Urinocoltura: assenza di flora patogena

05/05/2008:
Sideremia 65 (rif 59-158)
GOT/AST 17 (rif 15-37)
GPT/ALT 53 (rif 10-65)
Gamma-GT 54 (rif 15-85)
Proteina C Reattiva 26,70 (rif 0-5)
Virus EPSTEIN-BARR:
VCA IgG >750 (<20 neg => 20 pos)
EBNA IgM <10 (<20 neg 21-40 dub =>10 pos)


Grazie ancora per la sua attenzione

[#12] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
La PCR merita accertamenti specialistici.
Marcello Masala MD

[#13] dopo  
Utente 601XXX

Che genere di accertamenti potrei fare per la PCR?

Inoltre il fatto che non mi senta ancora in forma dipende comunque dalla pregressa mononucleosi e ci vuole altro tempo oppure potrebbe esserci anche lo zampino di questa PCR così alta?

Grazie ancora per la risposta.

[#14] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Gentile paziente, la PCR non è una malattia, ma la spia di fatti infettivi o di malattie infiammatorie in atto. Personalmente le consiglio di parlare bene con il suo medico di base ed intraprendere una strategia diagnostica(consulenza dell'infettivologo, consulenza del reumatologo, HIV test, markers epatite, ecocardiogramma, eco-addome, etc etc).
Marcello Masala MD

[#15] dopo  
Utente 601XXX

Bhè, escludendo a priori l'HIV perché penso che se dovessi avere questa si potrebbero aprire nuovi interrogativi nel mondo della medicina infettiva, visto che la mia attività sessuale è inesistente sin dalla nascita ed escludendo l'ecocardiogramma fatto verso la fine del 2007 ed impeccabile, potrei intanto cercare di capire se possa dipendere da qualche disfunzione intestinale, visto che è da quel dì che mi da problemi.

Comunque il mio medico ogni volta mi dice sempre che ho la gola arrossata, potrebbe avere qualcosa a che fare con la PCR?

La ringrazio ancora per la risposta.

[#16] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Gentile paziente mi creda, continuare a fare ipotesi basate sul poco o sul niente non è utile e non è obbiettivo del forum promuovere la medicina fai da te. Quanto neccessario a mio parere nel suo caso l'ho esposto nel post precedente.
Marcello Masala MD

[#17] dopo  
Utente 601XXX

La ringrazio, sono finalmente riuscito a prendere appuntamento col dottore e vedrò con lui il dafarsi.

La ringrazio ancora per il suo aiuto.