Utente 784XXX

Buonasera,
Riporto il mio caso sperando di potere avere un aiuto.
3 Giorni fa soccorrendo un uomo, il mio braccio è venuto accidentalmente a contatto con il suo sangue. Il sangue era parecchio.
Pulendomi ho controllato che non ci fossero ferite aperte sul mio
braccio e non ve ne erano. Erano presenti solo due vecchie ferite ormai riemarginate da tempo anche se ancora visibili. A 3 giorni di distanza sono stato dal mio medico curante, mi ha controllato le braccia e ha detto che sembravano a posto, non si vedevano ferite ne arrossamenti dovuti a qualche eventuale infezione.
Nel frattempo è comparso un fastidioso mal di gola e forse ho un paio di linee di febbre.
So che il sangue non puo passare attraverso la cute integra ma rimango dubbioso e spaventato. come mo dovrei comportare? e il mal di gola e la leggera febbre possono comparire in un paio di giorni dopo un eventuale contagio ed essere a questo collegate? Ferite vecchie possono in qualche modo permettere il passaggio del sangue all'interno del mio corpo?

Vi ringrazio in anticipo per una vostra risposta che possa chiarirmi i dubbi

[#1] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Io ritengo non ci siano problemi. Per avere un'infezione ci deve essere una porta d'ingresso rappresentata da una ferita aperta e non ormai cicatrizzata
Un saluto

A. Baraldi

[#2] dopo  
Utente 784XXX


La ringrazio per la risposta.
Effettivamente non c'era alcuna porta d'ingresso sul mio braccio.
COntinuo tuttavia ad essere molto preoccupato.
Dopo quattro giorni dall'episodio avevo un forte mal di gola con tonsille infiammate e presenza di placche.
Da allora assumo antibiotici ma il mal di gola persiste e a una settimana c'è un gonfiore ben visibile su una parte del collo.
Di fatto gli antibiotici non stanno avendo alcun effetto.
Collego questi sintomi a quelli di infezione hiv e sono spaventatissimo. Posso fare già adesso ( passata una settimana) un test che mi possa dare una qualche informazione? Domani mi recherò ancora dal mio medico, ma posso fare qualche altra cosa per cercare di capirne di più?

[#3] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
A parer mio non c'è alcuna relazione tra la sua sintomatologia e l'episodio di soccorso, comunque , per sua tranquillità e solo per questo faccia un test HIV a 40 e 100 giorni dal fatto. Ne parli con il suo medico
Un saluto

A. Baraldi