Utente 374XXX
Buongiorno,
Ho una storia molto complicata,ho avuto sifilide 15 anni fa,aveva VDRL++++, altri esame non me la ricordo,ho fatto terapia in russia,mi ricordo che fatto con bi penicillina o qualcosa di genere,però dopo un anno sono tornata da medico perché non era convinta che tutto andato bene ,ma medico ha detto che sono guarita. gia in Italia 4 anni fa a gennaio 2011ho fatto esame :
VDRL negativo
Tpha positivo 1:320, Ab.totali IgG - IGM 15,6.
Lo so che può dire che tutto va bene se VDRL negativa Però ho molte dubbie perché mi preoccupa che malattia è diventata latente perché mi sento cambiamento di osse.ho molto paura,sono 4 anni che vado da diversi dottore,ma o me dicono che non ho niente o uno ha detto che devo fare cura come sifilide terziaria.chiedo aiuto perché non so più cosa fare.sono disperata.
Ultime esame : VDRL negativo, tpha 1:320. Ab anti treponema 21,20.

Grazie in anticipo.


[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile Signora,
la invito alla tranquillità.
La negativizzazione della VDRL dopo la terapia con Benzil Penicillina Benzatinica effettuata in Russia, e la costanza del valore di TPHA confermano che lei è guarita.

Se proprio vuole essere sicura, senza disperarsi, esegua la ricerca di anticorpi anti Treponema Pallidum IgM e IgG con il relativo titolo.

Ab anti Treponema di 21,20 possono riferirsi ad IgG e in quel caso sarebbero la prova che lei è guarita. Ma così non significano nulla.

Questi esami li deve fare presso un ambulatorio di Malattie Infettive con rischiesta del medico curante.

Cordiali saluti.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 374XXX

Grazie mille per la Sua risposta ,
Vorrei chiedere se esistono anche esame più profonde per capire e evitare ogni dubbi che malattia può ancora essere attiva ,perché davvero questa situazione richiede molto chiarezza,che importante per me.

Grazie mille in anticipo.

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile Signora,
deve rifare
- IgM anti Treponema Pallidum quantitativo
- IgG anti Treponema Pallidum quantitativo.

Presso una struttura qualificata: una unità opertativa di Malattie infettive universitaria od ospedaliera. Lasci perdere i laboratori privati.

Se vuole mi faccia sapere i risultati.

Cordiali saluti.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#4] dopo  
Utente 374XXX

Grazie mille ,
sicuramente faccio tutto cosa Lei ha detto.
Avrei ancora una domanda da farli: può esere che penicilina non riesce combattere infezione perché in prima cura è stato qualche errore e microbo diventato resistente? E se fosse così si può fare qualcosa?

Grazie mille in anticipo.

[#5] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile Signora,
una cosa per volta.
Faccia gli esami e poi ne riparliamo.
Fasciarsi la testa prima di rompersela non serve. Non le pare?

Cordiali saluti.

Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#6] dopo  
Utente 374XXX

Grazie per la sua risposta,ha ragione.sono andata al ospedale malatie infettive.
Dottore non mi consigliava fare esame dicendo che tutto a posto,alla fine non so se fatto questo giusto :
Western blot(anticorpi anti treponema pallidum)
Treponema pallidum IGG : positivo.presenza di bande specifiche (47,17,15,5) per anticorpi anti T.pallidum.
Cosa LEi può dire?
Io non mi sento guarita,ma nessuno mi vuole sentire.magari una cura speciale mi poteva salvare,ma da chi andare se dottore infettivologa dice che non serve niente.


Grazie

[#7] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Signora Cara,
ora deve convincersi che è guarita.
E' stato fatto un test molto specifico, che ha rivelato che lei ha gli anticorpi contro la Sifilide ma NON quelli che indicano una infezione in atto ma una infezione curata, e bene, tanti anni fa.
Questo più la negativizzazione della Wassermann ci fanno concludere che lei NON è affetta da Sifilide in atto.

Sia serena e si goda la tranquillità psicologica derivante da questa conferma.


Cari saluti.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#8] dopo  
Utente 374XXX

Grazie mille,Dottore per la Sua disponibilità .adesso posso stare tranquilla.
Grazie ancora .

[#9] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Di niente, cara Signora,
sono contento che ora viva in serenità.

Cordiali saluti.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.