Utente 330XXX
Buongiorno, Vi espongo il mio problema: a partire da Gennaio ho avuto rapporti orali non protetti con una ragazza, alcuni giorni dopo, non ricordo l'esatto lasso di tempo, ho notato la comparsa di una macchia rossastra sul grande, non dolente, di forma ovale e grande come un chicco di riso, che non ho trattato in alcun modo e che dopo alcuni giorni è scomparsa da sola. Dopo circa una settimana è ricomparsa per poi risparire di nuovo per diversi giorni...da tre giorni è ricomparsa, più estesa e mi provoca lieve dolore al tatto, il coLore della macchia è di un rosso acceso ed ho notato la comparsa di una macchia simile ma molto più piccola in un'altra zona del grande. Ho preso appuntamento con il mio curante....nel frattempo chiedo a Voi un consulto, perché ho paura si tratti di sifilide, Vi chiedo gentilmente un parere, il quadro sintomatico descritto è compatibile con la sifilide?Altrimenti di cosa potrebbe trattarsi? Ringrazio anticipatamente per la Vostra disponibilità

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile Signore,
nelle malattie dermatologiche è assolutamente necessario che non solo la lesione cutanea sia valutata de visu, ma che chi la valuti sia un dermatologo. Idem per il sifiloma primario che spesso esula dagli schemi iconografici degli atlanti fotografici di dermatologia e venereologia.

Bene dunque fa a recarsi dal curante, che potrà contestualmente prescriverle esami ematologici per verificare se abbia contratto l'infezione.

Di più via WEB non è possibile fare.

Cordiali saluti.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.