Utente 388XXX
Salve,

Mio padre, 77 anni, è affetto da Epatite C dal 1999. Ha sempre tenuto sotto controllo la malattia e il medico di malattie infettive che lo segue ha sempre giudicato stabile la sua situazione.

Durante l'ultima visita, a cui io non ho assistito, il medico gli ha prescritto un esame elastografico al Fibroscan. I risultati sono i seguenti.

Stiffness KPA: 12.6
IQR (KPA) 1.9
Success Rate 16% (10 controlli validi)

Ora, io ho letto che con KPA superiore al 12-13 si può parlare già di cirrosi epatica.
Si può dire che mio padre è già in cirrosi? Con questo KPA si può parlare di cirrosi scompensata?

Mio padre non ha alcun sintomo. E' in buona salute, non ha ittero, ascite, niente di niente. E' vero però che ha perso molto peso 12 kg in 4 mesi e mangia molto meno di prima, ma ha perso la moglie di recente e può darsi che il dimagrimento sia dovuto all'ansia-depressione inevitabile in questi casi.

Un ultima domanda: lo stress e lo stato emotivo alterato influiscono sul KPA?


Grazie mille.

[#1] dopo  
Prof. Giorgio Enrico Gerunda

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
4% attualità
16% socialità
MODENA (MO)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gentile signore il FibroScan è una metodica di semplice esecuzione, facilmente ripetibile e con minima variabilità legata all’esecutore. In particolare, è stato osservato come valori di elastometria < 7 KPa possano escludere la presenza di una fibrosi significativa (cioè superiore ad F2 secondo lo score Metavir della biopsia epatica), mentre valori > 13 kPa siano indicativi di una verosimile cirrosi. Valori di Fibroscan compresi tra 7 e 13 kPa, generalmente si associano ad una malattia con fibrosi intermedia, tuttavia in simili condizioni l’accuratezza del test è minore. quindi è verosimile che suo padre con un valore di 12.6 abbia una fibrosi molto intensa molto prossima alla cirrosi. ma queste valutazioni devono essere inserite in un giudizio globale da parte del suo epatologo. Il dimagrimento può essere dovuto alla perdita della moglie, ma faccia controllare suo padre dal medico, perchè potrebbe essere anche dovuto alla malattia epatica (depauperamento muscolare). lo stato emotivo non altera il KPA. Cordialmente
Prof.Giorgio Enrico Gerunda Direttore Clinica Chirurgica- Chirurgia Epato Bilio Pancreatica e Gastrointestinale Policlinico di Modena

[#2] dopo  
Utente 388XXX

Grazie mille per la risposta.

L'epatologo ha, almeno ufficialmente, prescritto il Fibroscan a mio padre per valutare la possibilità di accesso alla terapia a base di Sufosbovir. E' efficace per eradicare il virus dell'epatite C anche in presenza di cirrosi? L'accesso alla terapia è rapido o comporta un'attesa di molti mesi?

Mi consiglia di procedere con urgenza? Onestamente non conosco le tempistiche dell'avanzamento della malattia.

Mio padre ha inoltre fatto le analisi del sangue a marzo, le quali, a detta dell'epatologo che ha segnato il Fibrocan sono perfette: transaminasi ok, bilurbinemia ok. Questi elementi sono comunque compatibili con uno stato di cirrosi incipiente? In quattro mesi può essere cambiato qualcosa ed essersi sviluppata la cirrosi?

[#3] dopo  
Prof. Giorgio Enrico Gerunda

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
4% attualità
16% socialità
MODENA (MO)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
Gentile signore il papà ha una epatite C e verosimilmente un virus attivo. la terapia agisce anche in presenza di cirrosi, ma se funziona porta alla scomparsa del visrus così il fegato è in grado di rigenerare senza il problema dell'infezione e quindi dovrebbe stare meglio. prima inizia la terapia e meglio è. non conosco i tempi di attesa in calabria per avere a disposizione il farmaco. deve chiederlo al suo epatologo. cordialmente
Prof.Giorgio Enrico Gerunda Direttore Clinica Chirurgica- Chirurgia Epato Bilio Pancreatica e Gastrointestinale Policlinico di Modena