Utente 400XXX
Salve Dottori,
posto la domanda in questa sezione perché mi sembra la migliore per il mio caso, ma chiedo scusa se sbaglio.

Circa due settimane fa ho cominciato ad avere dolori addominali e, dopo aver chiesto qui a Voi Dottori, uno di voi mi ha detto che non era niente di grave ma era solo un'alimentazione errata.
Qualche giorno dopo mi sono recato dal mio medico di base (che in quei giorni era in ferie), al quale ho anche fatto notare la presenza di vermi piccoli e grandi e di altre forme (che egli mi ha suggerito essere uova o segmenti di tenia) nelle feci, comparsi nei giorni successivi al colloquio con il suddetto Dottore di Medicitalia. Dopo aver fatto il classico trattamento di 3 giorni per debellarli, mi ha detto di ripeterlo tra 2/3 settimane.
Ho però letto su Internet che questi vermi si possono anche spostare in altre parti del corpo, e che possono anche portare alla morte se presenti in cuore, cervello o altri organi.
Sapete darmi qualche delucidazione in merito? Perché io ho questa sensazione che si possano essere spostati dall'intestino andando anche in altre parti del mio corpo, dopo tutto quello che ho letto su Internet ho capito che tutto è possibile e quindi ho un po' di paura...

Grazie a chi risponderà.

Cordiali saluti

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Dei vermi che comunemente si stabiliscono nell'intestino solo la Tenia Solium, può disseminare in vari organi dando luogo alla cisticercosi.
Quella che si prende dal maiale per capirci.
La Tenia Saginata, dal bovino, non ha questo rischio.
L'errore del suo medico è di non aver fatto fare un esame parassitologico delle feci che avrebbe dato informazioni scientifiche sulla natura dei vermi.
Comunque stia tranquillo, rifaccia i tre giorni di trattamento (Zentel?) e poi faccia un esami delle feci per constatare l'avvenuta eradicazione.
Si ricordi che le carni, specie di suino, vanno sempre consumate ben cotte .
Saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 400XXX

Grazie dottor Caldarola per la Sua risposta precisa ed esaustiva.
Il mio medico mi ha consigliato di eseguire l'esame delle feci soltanto per capire quale tipo di tenia sia, ma non ha dato molta importanza a questo esame dato che ha detto che la terapia è la stessa per entrambe le specie. Tuttavia penso che lo eseguirò, principalmente per tranquillizzarmi perché sono abbastanza preoccupato e ansioso.
Per il trattamento il mio medico mi ha prescritto 6 pastiglie di Vermox (2 al giorno x 3 gg) da ripetere dopo 2/3 settimane.
La carne di maiale la mangio sempre cotta, l'unica che mangio cruda è quella di bovino che, secondo il mio medico, mi ha causato questo problema.
Se non Le dispiace, La aggiornerò dopo la seconda parte del trattamento ed, eventualmente, dopo l'esame delle feci.

Grazie per la Sua disponibilità.

Distinti saluti

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Mi aggiorni pure.
Ma si tranquillizzi.
Saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.