Utente 422XXX
Salve,
sono una ragazza di 17 anni. Nel 2014 di ritorno da un viaggio presi la mononucleosi. ( IgG 48,4 ; IgM 17; citomegalovirus Ab IgM 17,1 - IgG 162)
Quest'anno, ad inizio agosto( 7), di ritorno da un viaggio in college ho avuto le placche; mal di gola e febbre 38. Il mio medico mi ha fatto prendere l'antibiotico Cefixoral e cortisone. Siccome le placche non si toglievano mi ha fatto 3 punture di Rocefin. Guarita, dopo circa una settimana(23) mi si gonfiano i linfonodi del collo. Il mio medico di famiglia mi ha fatto riprendere l'antibiotico Clacid e Axil per le difese immunitarie. Dopo qualche giorno mi compaiono le placche senza alcun dolore alla gola. Allora ho interrotto l'antibiotico per bocca e fatto 4 punture di rocefin. Le placche sono scomparse verso gli ultimi giorni della cura. Dal 28 agosto avvertivo dei dolori interni alle gambe. La notte del 31 agosto ho avuto un dolore atroce alla gamba destra. Dal ginocchio fino al piede. Non passava in nessun modo. Si alleviò con la tachipirina. Il giorno seguente mi feci visitare dal dottore e mi disse che questi dolori agli arti inferiori erano collegati con la gola. Inoltre dopo i pasti avverto sempre una pesantezza allo stomaco. Mi stanco facilmente. Non faccio sforzi. Il 2 settembre ho fatto le analisi.
G. ROSSI -- 4,01
HGB --- 11,2
HCT ----- 35,3
MCV -- 88,0
MCH -- 27,9
MCHC --- 31,7
RDW-SD-- 40,9
RDW-CV --13,1

PLT --- 195
MPV ---9,0
P-LCR-- 18,4
PDW--10,5
PCT-- 0,18
G. BIANCHI -- 6,98 10^3/uL
NEUTR -- 18,7 %
LINFO --76,2 %
MONO-- 3,7 %
EOSI -- 0,4 %
BASO--- 1,0 %
NEUTR --1,30 10^3/uL
LINFO--- 5,32 "
MONO-- 0,26 "
EOSI ---0,03 "
BASO--0,07 10^3/uL

GOT/AST -- 85
GPT/ALT -- 203
BILIRUBINA TOTALE E FRAZIONATA
Bilirubina totale 0,39 mg/dl
Bilirubina diretta 0,14 mg/dl
Bilirubina indiretta 0,25 mg/dl

V.E.S. 39 mm
T.A.S. 894 UI/ml
P.C.R. (Quantitativa) 0,29 mg/dl
PROTEINE TOTALI 8,2 g/dL
EPSTEIN BARR VIRUS [EBV] IgG 55,5 UI/ml # < di 20 NEGATIVO
EPSTEIN BARR VIRUS [EBV] IgM > 160,0 UI/ml # > di 40 POSITIVO

Ora il mio medico ritiene che abbia una mononucleosi batterica e debba fare una visita dall'infettivologo. Secondo voi la diagnosi è corretta? Cosa devo fare? Sono preoccupata.
Grazie in anticipo

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
In primo luogo lei ha fatto un pasticcio con gli antibiotici, che non vanno assunti intercambiandoli a pena di indurre restistenze batteriche nocive per se e per gli altri.
In secondo luogo la mononucleosi batterica non esiste: esite l'infezione da HBV che può decorrere silenziosamente o dare una sindrome nononucleosica virale.
Dal quadro clinico che lei ha postato vi è il forte sospetto che lei abbia avuto una mononucleosi classica con sovrapposizione dello Streptococco beta emotilico di gruppo A nel faringe.
Ciò è confermato anche dagli esami ematochimici: anche se non allega i parametri di riferimento del laboratorio lei ha un TAS elevato, un emocromo con inversione completa della formula leucocitaria, uno screzio epatico con aumento delle transaminasi, tipico della mononucleosi, e un quadro compatibile con una infezione in piena attività (IgM 160UI/ml) con IgG ancora molto basse.
L'infezione deve fare il suo corso che spesso è lungo ma guarisce sempre: la presenza dello streptococco nel faringe va accertata con un tampone e se positiva trattata con un antibiotico che non sia amoxicillina e altre aminopenicilline, che provocano in questa malattia eruzioni cutanee in > il 90% dei casi.
Ovviamente una visita infettivologica sarebbe utile.
In ogni caso non c'è nulla di irrisolvibile.
Mi pare di poter affermare che i valori che riporta del 2014 non permettano di dire che in quell'epoca lei abbia avuto una mononucleosi, piuttosto una infezione da CMV.
Faccia pure sapere, se vuole e alleghi i parametri di riferimento sempre.
Saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 422XXX

Grazie mille per le informazioni. Complimenti per la sua bravura. Appena farò il tampone le faccio sapere i risultati.

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
A presto allora!
Cari saluti,
Dott. caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#4] dopo  
Utente 422XXX

Salve, ho fatto la visita e l'infettivologo mi diede la cura a base di cortisone (Deltacortene per 6gg) . A fine settembre ho rifatto le analisi. I valori tutti nella norma. Tampone faringeo negativo.
Nel frattempo feci la cura (Axil) per rinforzare le difese immunitarie.
Verso metà novembre mi si è gonfiato il linfonodo mandibolare, senza rossori in gola. Il medico curante mi ha fatto rifare la cura a base di cortisone prescritta dall'infettivologo. Nel frattempo ho fatto l'ecografia al fegato ed è apparso ingrossato. Le analisi invece: IgG 139; igM >160
Il medico di famiglia parla di una Riattivazione della mononucleosi. é possibile? Tra una decina di giorni ho di nuovo la visita dall'infettivologo.