Utente 391XXX
Salve , oggi io e un mio amico abbiamo deciso di pranzare insieme, lui aveva in casa un barattolo di pesto alla genovese fatto dalla madre e conservato nei barattoli sottovuoto. Appena ci siamo messi a tavola e iniziato a mangiare la pasta col pesto in questione dopo appena due forchettate ci siamo accorti del gusto acidulo come se ci fosse aceto, al che abbiamo buttato tutto. La mia domanda è se ci potrebbe essere la paura che il pesto sia stato contaminato dal botulino e di conseguenza anche noi e in caso cosa fare . Grazie e scusate

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
E' estremamanete improbabile che il pesto fosse contaminato dal botulino.
Che non cambia assolutamente il sapore dei cibi che infetta e in cui produce la tossina.
Che il pesto avesse un sapore acidulo può avere due motivazioni:
- la preparazione prevedeva anche un componente acidulo (aceto balsamico o normale per esempio)
-E' entrata aria e quindi si è persa la sterilità con conseguente inacidimento del prodotto, che paradossalmente crea un ambiente sfavorevole alla germinazione delle spore cel Clostridium
Perciò non vi allarmate. Non morirete!
:-)

Cordiali saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 391XXX

Grazie della sua cortese ed esaustiva risposta :-)

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Di nulla!
Buona serata.
Dr. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.