Utente 200XXX
Gentili Dottori, vorrei porre alla vostra cortese attenzione un mio dubbio in riferimento al rischio di contrarre il tetano.
Vivo in campagna con il mio cane ( taglia gigante ) in una zona molto frequentata da cavalli . Siccome il mio cane è solito graffiarmi per giocare , che effettivo rischio ho di contrarre il tetano , dato che anche oggi il cane si è rotolato su dello sterco secco di cavallo ? Pulendogli le unghie spesso con l'acqua ossigenata , posso uccidere le eventuali spore che si annidano sotto alle cavità ?
Vi ringrazio e vi porgo i miei cordiali saluti .

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile utente,
se la preoccupa il tetano, piuttosto che pulire le unghie del cane con l'acqua ossigenata, che non serve assolutamente a nulla, faccia il vaccino se non l'ha mai fatto o lo richiami se dall'ultima dose sono passati dieci anni.
Quindi dopo un mese controlli il livello degli anticorpi.
E' la soluzione più razionale che possa adottare.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 200XXX

Grazie per la celere risposta , Dott. Caldarola..
La mia paura di contrarre il tetano non credo sia sproporzionata rispetto al reale rischio che effettivamente corro. Per cui si tratta solo di sapere se con i graffi é possibile o no ammalarsi . Ovviamente qualora andassi incontro ad una ferita importante non trascurerei .
Di nuovo, i miei cordiali saluti

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile Utente,
ma lei si rende conto che
-pulendo le unghie del cane con acqua ossigenata le rende deboli e non ottiene una distruzione delle eventuali spore tetaniche che possono rapidamente ricolonizzare l'unghia?
-Che il suo cane è a contatto con letame, notoriamente fonte ricchissima di spore di Clostridium tetani?
-Che lei svolge un lavoro ad alto rischio di inquinamento di ferite accidentali da parte del Clostridio èd è un reale candidato per la vaccinazione con il tossoide tetanico?
Io al suo posto, piuttosto che stare a misurare la profondità del graffio, l'eventuale sovrapposizione batterica che favorisce la geminazione delle spore, mi vaccinerei e eliminerei un problema: già la vita ne proprone tanti, approfittiamo di quelli che si possono eliminare in radice
Saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.