Utente 254XXX
Gentili Dottori, buongiorno. Negli scorsi giorni mi è capitato di dover lavorare con alcuni componenti insieme ad un altra persona, la quale si procurata un piccolo taglio sanguinante, che ha provveduto a medicare quanto prima, poi ha proseguito col lavoro. Supponiamo che lui, con le dita sporche di sangue (anche se in piccola quantità), abbia toccato gli stessi componenti con cui successivamente ho lavorato anch'io: rischio qualcosa se sono venuto a contatto inavvertitamente (non ho notato nessuna evidente macchia di sangue sulle mie mani) con il sangue? Sono necessarie quantità visibili dello stesso perchè vi sia un rischio? Sulle mie mani non avevo ferite importanti, solo una piccola spelatura (non sanguinante, di quelle che viene via il primo strato di pelle) procuratami proprio in quel momento lavorando con i componenti.
Grazie per la disponibilità e cortesia.
Cordiali saluti.

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
stia pure tranquillo.
L'episodio che descrive non la pone a rischio di contagio di nessuna malattia infettiva a trasmissione ematica.
Buona serata,
Dott. Caldarola.

[#2] dopo  
Utente 254XXX

Dr. Caldarola la ringrazio per la disponibilità e competenza. Approfitto della sua gentilezza per chiederle un ulteriore chiarimento: in quali condizioni un contatto indiretto con sangue "fresco" può rappresentare una situazione a rischio contagio(HIV, epatiti ecc)?

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Quando ci fosse sangue visibile e lei avesse un taglio profondo che venisse contaminato dal sangue predetto. Sempre ovviamente se fosse infetto.
Le ho già detto di stare tranquillo.
Archivi questo episodio.
Buona serata,
Dott. Caldatola.

[#4] dopo  
Utente 254XXX

Di nuovo grazie, gentilissimo come al solito.
Le auguro una buona serata.
Cordiali saluti.

[#5] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Di nulla!
Buona serata a lei,
Dott. Caldarola.