Utente 391XXX
Salve, le vorrei chiedere se dopo una infestazione da ossiuri (non riscontrata né dalle analisi delle feci, né dallo scotch test ma ho avuto tutti i sintomi e trattata a lungo con vermox e combantrin da Pasqua) potrei avere ancora vermi. In base alle analisi, risultano globuli bianchi 4, 05 al di sotto della media e mch di 32,2 oltre che biluribina 1,65 (dicono sindrome di Gilbert)....eosinofili 0,3 mi affido a voi. Ho ancora prurito vaginale e saltuariamente anale. Grazie e scusate il disturbo

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile Signora,
le parassitosi non si trattano in base ai sintomi clinici se gli esami probativi risultano negativi.
Tanto meno si trattano con lunghi cicli di Vermox che non sono caramelline alla menta.
Le cause del prurito vaginale ed anale possono essere numerosissime e la prima cosa che si fa è proprio escludere una parassitosi che a quanto pare lei non ha mai avuto.
In ogni caso se vuole il mio parere mi ricopi integralmente gli esami ematochimici a cui si è sottoposta e non si dimentichi di apporre vicino al risultato il valore di riferimento del suo laboratorio, dato che ancora ciascun laboratorio di analisi adotta le sue metodiche e ha i suoi valori di normalità.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 391XXX

1.65 BILIRUBINA TOTALE range 0.30_1.30
WBC GLOBULI BIANCHI 4.05 x1000mmc 4.10_10.20
Mch CONTENUTO EMOGLOBINICO MEDIO 32.2 range27_32 nelle scorse analisi avevo anche pochi neutrofili, 1.78 (1.90_8)
Ho un passato di nausee prima di cena, che non ho ancora capito da cosa provengono e un dimagrimento (3 chili nel giro di 3 mesi).
I vermi li ha riconosciuti mia madre vedendoli nel suo ano, dopodiché anche io avuto tutti i sintomi.

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile Signora,
per definire l'ittero di Gilbert c'è bisogno della bilirubina totale (che peraltro nel suo caso è appena fuori range) e di quella frazionata (diretta e indiretta) che non ha postato.
L'Emocromo me lo deve copiare integralmente: con quattro valori messi in croce nessun professionista serio si può esprimere.
Sua madre può avere riconosciuto i vermi sul suo ano: ma se lei ha fatto un parassitologico delle feci e uno scotch test negativo le cose sono due: o lei non aveva i parassiti e ha somatizzato o il laboratorio non era sufficientemente affidabile.
La diagnosi di ossiuriasi non richiede grandi capacità diagnostiche ed è una delle più semplici.
In quanto al vermox la posologia è:

Ossiuriasi: dose unica di 100 mg (una compressa, oppure un misurino da 5 ml di sospensione).
Il ciclo evolutivo dell'Enterobius, agente dell'ossiuriasi, è molto breve. Pertanto i rischi di reinfezione sono molto elevati, specie nelle grandi comunità sociali. Per queste ragioni si consiglia di ripetere il trattamento dopo 2-4 settimane.

Per il Combantin:
COMBANTRIN (pirantel pamoato) va somministrato per via orale in dose unica sulla base di 10 mg/kg di peso.

Io non so chi le ha consigliato queste "lunghe terapie" che lei riferisce nè che cosa significhi "lunghe terapie".
In quanto alle nause prima di cena e alla modesta perdita di peso non mi sentirei di escludere che lei abbia qualche problemino d'ansia che non si cura nè con il Vermox nè con il Combantrin.
Ad ogni modo rifaccia il parassitologico delle feci e lo scotch test e se è negativo si metta l'animo in pace.
Saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.