Utente 232XXX
Buongiorno. Sono in gravidanza e volevo chiedere alcune informazioni. Io ho effettuato il vaccino della rosolia in pubertà. Appena rimasta incinta a gennaio di questo anno mi hanno fatto fare gli esami di routine che ho svolto in un ambulatorio privato. Risultato rubeo test rosolia IgG 444 positive e IgM 1.5 (reattivo se maggiore di 1) con metodo elettrocheminulescenza. Essendo vaccinata e non avendo sintomi il dottore e il ginecologo mi hanno fatto ripetere (trascorsi 12 gg tra arrivo esito e tutto ) l'esame nel laboratorio dell'ospedale con metodo Elisa da cui è risultato immune . IgG 45 e IgM assenti. Loro hanno deciso di archiviare la pratica confermando che sono vaccinata e che gli ormoni della gravidanza possono interferire nel precedente test oppure poteva essere stato errore di laboratorio privato. A distanza di mesi ora sono andata in crisi mi è tornato in mente tutto e ho paura il bambino posso avere problemi. La morfologica è andata benissimo il bimbo è medio grande e anche l esame al cuore bimbo perfetto. Secondo voi dovrei indagare per vedere se era stato infettato ? Che modalità ci sarebbero? Se ci sono sono invasive ? Ringraziandovi porgo cordiali saluti.

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
non deve indagare nulla.
Si tranquillizzi perchè quella positività così bassa delle IgM può essere un vero e proprio errore di laboratorio o una cross reaction con IgM prodotte per altri antigeni.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 232XXX

Grazie di cuore. Erano giorni di paranoia e terrore. Grazie