Utente 289XXX
Gentili medici, sottopongo alla vs attenzione il mio caso.
Circa 38/39 gg fa ho avuto un breve rapporto orale passivo con una ragazza (28 anni) che conoscevo solo da pochi mesi intervallato da una reciproca masturbazione terminata con un'eiaculazione esterna .
Ora io non sono molto informato sul suo passato ma la stessa durante alcune conversazioni di questi mesi mi ha detto di aver avuto nella sua vita circa 10 partner sessuali ma non so con certezza con quanti di questi i rapporti siano stati protetti.
So per certo che il suo ultimo rapporto con un partner non propriamente occasionale si è svolto nel mese di Gennaio e non è stato protetto. Lei mi ha però raccontato di non aver mai fatto un test HIV nella vita mentre io sono donatore .
Dopo averne parlato e volendo provare a vivere un rapporto stabile al meglio( visto che io sono una persona ansiosa), stamane ci siamo recati insieme a fare un esame di laboratorio e adesso attenderemo i risultati.
Le mie domande sono due :

1) un rapporto orale cosi come descritto, senza eiaculazione ma a più riprese e senza alcuna penetrazione, quanto può essere considerato a rischio?;
2) avendo entrambi effettuato il test dopo 38 gg da quell'episodio e a più di 5 mesi dal suo ultimo rapporto, l'esito del test quanto può essere considerato certo visto che alcuni parlano di definitività dopo 3 mesi?.

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
le rispondo alla seconda domanda
Se avete fatto il test HIV I-II di IV generazione ed entrambi daranno esito negativo, potrete considerarvi NON HIV sieropositivi e vivere la vostra sessualità in modo appagante e non angosciante.
Il suddetto test a 40 gg dal rapporto a rischio va considerato DEFINITIVO secondo le Linee Guida Ministeriali: 38 gg sono assolutamente insignificanti ai fini della certezza del risultato che rimane inalterata.
Per quanto riguarda le fellatio, insertive o recettive, con partners occasionali, vanno assolutamente protette con il condom perchè sono a tutti gli effetti veicolo di trasmissione di MST.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.