Utente 304XXX
Salve circa 3 giorni fa ho notato al mattino svegliandomi nella spalla un gonfiore rosso ed un po dolorante del diametro di qualche millimetro (forse 3 o 4). era rossa sembrava una puntura di insetto anche se nessun insetto era presente al momento. dopo questi 3 giorni l'ho lievemente grattato col dito è uscito un pizzico di sangue ed il ponfo è scomparso lasciando spazio ad una crosticina tondeggiante al centro di un areola rossa. La mia paura è che sia un morso di zecca magari tolta casualmente grattandomi. In tal caso le crosticine da zecca si risolvono (come pare lentamente accadere mettendo una pomata al cortisone) oppure dovrei visitare uno specialista? non ho notato nel frattempo sintomi clinici particolari. Ho però visto qualche insetto forbicina e forse uno scleroderma ma non saprei dirlo con certezza. Grazie mille.

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
le consiglio di interrompere immediatamente l'applicazione del cortisone perchè può falsare il quadro clinico e rendere la diagnosi più difficile.
Lasci che la lesione evolva da sola.
Se dovesse notare un eritema simile a quello cronico migrante della Borreliosi di Lyme, vada a visita da un Infettivologo o da un dermatologo.
E' anche opportuno che non faccia ricorso ad antibiotici per lo stesso motivo del cortisone: falsano la diagnosi clinica che in questi casi è fondamentale.
Cari saluti.
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.